Giani: “Bravi anche quando non siamo belli” (video)

Il coach: “Non è stata una prova di qualità”. Mazzone: «Una partita molto difficile, lucidi nei momenti finali dei set. Potevo fare meglio a muro»

Andrea Giani non può essere soddisfatto della prestazione dei suoi a Vibo, ma sa che due mesi fa un match del genere Modena avrebbe rischiato seriamente di perderlo e alla fine dichiara: “Non una partita di grande qualità onestamente – ammette il coach o – ma abbiamo saputo convivere con le difficoltà. Una cosa che abbiamo imparato nel corso della stagione, stare in campo anche se non siamo belli come vorremmo. La striscia di successi? È importante, le vittorie generano sicurezza». Cosa ha messo in crisi il gioco della Leo Shoes PerkinElmer? «Abbiamo avuto poco ritmo nel cambiopalla – continua Giani – soprattutto sulla loro battuta salto float, poi ci è mancata lucidità in alcune fasi di gioco, mentre la battuta è cresciuta nella seconda fase di partita. Però abbiamo recuperato break importanti, va ricordato che nel nostro sport gli otto punti finali sono quelli fondamentali». Il tecnico parla poi così riguardo alla formazione con Leal titolare: «Leal e Van Garderen si sono fermati dopo il 26, non sono nella massima condizioni. Ma ho fatto giocare Leal perché ne ha bisogno, per lui era importante». Infine sguardo sul prossimo futuro, Piacenza e anche Coppa Italia: «Siamo abituati a giocare due partite alla settimana, abbiamo perso all’andata con la Gas Sales e per la classifica saranno punti importanti. Avremo pochi allenamenti nelle gambe, ma questo periodo è così. La Coppa Italia? La questione Covid rende tutto imprevedibile, c’è stato già un primo slittamento, vedremo se ce ne sarà uno ulteriore: starà poi a noi essere bravi a modificare il planning».

MAZZONE. Tra i protagonisti assoluti del match anche un ottimo Daniele Mazzone: «Una partita difficilissima – racconta il centrale – nella quale abbiamo faticato a spingere in battuta mentre loro hanno giocato spesso con palla in testa. Individualmente potevo fare molto meglio a muro, soprattutto su Nelli: nel complesso però abbiamo fatto bene nei finali di set».

Domenica prossima Modena torna in campo ancora in trasferta per affrontare Piacenza, c’è un’altra sconfitta da riscattare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.