Il Comunale ospita il Concerto della Memoria e del dialogo

Sarà il Teatro Comunale Pavarotti-Freni ad ospitare, alle 17.30 di oggi, il Concerto della Memoria e del Dialogo, primo appuntamento 2022 dell’associazione Amici della Musica di Modena, in coproduzione con la Fondazione Teatro Comunale e in collaborazione con Fondazione Villa Emma. Dedicato a Francesco Maria Feltri e con la presenza dei relatori Roberto Franchini e Giuliano Albarani, il concerto vedrà esibirsi l’Ensemble Zipangu diretto da Fabio Sperandio, con i solisti Maurizio Baglini (pianoforte) e Alberto Brini (tromba), in un programma con musiche di Castelnuovo-Tedesco, Haas e Sostakovic. La quattordicesima edizione del Concerto della Memoria e del Dialogo, dopo la sospensione di un anno causata dalla pandemia, ruota intorno al concetto di libertà, un concetto diventato in questi ultimi tempi sempre più sfuggente e personalizzato. “La scienza è ormai un argomento di discussioni da social, e la Shoah viene tirata in ballo in modi quantomeno inopportuni. Le prossime scelte della politica mondiale, e le conseguenti reazioni degli abitanti della Terra, palesano il rischio che si delinei una situazione di esacerbati egoismi, divisioni e diseguaglianze. Il termine Dialogo – spiegano i promotori – rappresenta il desiderio di raggiungere, con i contenuti proposti, ogni risvolto della democrazia e della convivenza civile. Il programma, oltre al valore artistico delle musiche e degli esecutori, contiene un riferimento al campo di concentramento di Theresienstadt, nel quale transitarono Pavel Haas e tanti altri artisti prima di essere uccisi ad Auschwitz, per poi attraversare l’opprimente e violenta opera di censura che Sostakovic e altri compositori sovietici dovettero subire dal potere politico. Mario Castelnuovo-Tedesco fu vittima delle leggi razziali, costretto nel 1939 ad abbandonare l’Italia per gli Stati Uniti”.L’ingresso è di 10 euro per il biglietto a prezzo intero e di 5 euro per quello a prezzo ridotto (minori di 27 e maggiori di 65 anni). I soci AdM sottoscrittori hanno diritto al biglietto ridotto, mentre i soci AdM sostenitori entrano gratuitamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.