torna “Una settimana da Scienziato” curato dal Fim di Unimore

Sostenuti dell’entusiasmo col quale sono state accolte le precedenti edizioni, torna “Una settimana da Scienziato”, un evento promosso dal Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche (FIM) di Unimore che si rivolge alle studentesse ed agli studenti delle classi quarte delle scuole superiori nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO). Finalmente questa edizione torna ad essere svolta in presenza e il FIM non vede l’ora di accogliere nelle sue strutture le studentesse e gli studenti coinvolti.

I lavori inizieranno oggi, lunedì 07 febbraio 2022, e termineranno venerdì 11 febbraio 2022.

Il Dipartimento di Scienze Fisiche, Informatiche e Matematiche (FIM) di Unimore ripropone il tradizionale appuntamento con “Una settimana da scienziato”, una iniziativa rivolta alle classi quarte degli Istituti superiori delle province di Modena, Reggio Emilia, nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (PCTO).

Ormai appuntamento irrinunciabile per le scuole del territorio, l’iniziativa riprende il format delle passate edizioni che ha avuto un alto indice di gradimento da parte di chi vi ha partecipato e, finalmente, torna ad essere svolta in presenza. L’obiettivo sarà quello di continuare a coinvolgere e incuriosire, presentando percorsi innovativi e attività il più possibile interattive, che mettano al centro le studentesse e gli studenti coinvolti.

L’iniziativa prenderà avvio oggi, lunedì 07 febbraio 2022, e proseguirà fino a venerdì 11 febbraio 2022, accogliendo una quarantina di partecipanti provenienti da 14 scuole del territorio, selezionati fra i più interessati alle tematiche tecnico-scientifiche, che nel percorso proposto avranno l’occasione di lavorare a stretto contatto con ricercatori e docenti dell’Università, per approfondire le loro conoscenze in diversi ambiti della fisica, dell’informatica e della matematica: problemi inversi, numeri casuali, machine learning, software e hardware, macchine a guida autonoma, fosfolipidi, strutture dei materiali al computer, meccanica statistica computazionale, buchi neri, biomolecole, sono solo alcuni dei temi che verranno esplorati durante la settimana, alternando attività seminariali, di laboratorio e di rielaborazione degli argomenti affrontati.

Un momento molto atteso, al termine della settimana, è il contest: gli studenti e le studentesse saranno divisi in piccoli gruppi, a ciascuno dei quali sarà associato un nome celebre di scienziato nel campo della fisica, dell’informatica o della matematica. Lo scopo di ciascun gruppo sarà di riuscire a presentare, in modo efficace e originale, ma anche rigoroso e, soprattutto, in pochi minuti di tempo, un concetto o argomento a scelta fra quelli affrontati nella settimana. Le migliori presentazioni saranno premiate dai docenti del FIM con dei gadget personalizzati Unimore.

Nei pomeriggi di giovedì 10 e venerdì 11 infine, i partecipanti avranno modo di capire, dal racconto in prima persona di alcuni professionisti, laureati in fisica, informatica e matematica, quali sono le possibilità di carriera offerte da queste lauree, toccando con mano il mestiere dello scienziato. L’obiettivo è quello di orientare i partecipanti nelle scelte future perché siano in grado di cogliere le nuove opportunità lavorative che la nostra società, in continua evoluzione, ci offre.

“Il pensiero di poter finalmente ritornare in presenza dopo tanti mesi sofferti e faticosi ci riempie di gioia – afferma la Professoressa Michela Eleuteri, Presidente della Commissione per la Divulgazione della cultura scientifica del FIM – I nostri ragazzi e le nostre ragazze, in questo momento così difficile, hanno bisogno di guardare al futuro con fiducia e ottimismo, consapevoli che la nostra società, in rapida evoluzione, ha più che mai bisogno di figure di altissimo livello, come i fisici, gli informatici e i matematici. L’orientamento quindi si configura come un momento davvero cruciale per gli studenti e le studentesse, e, con tutto l’entusiasmo e la passione che ci ha sempre contraddistinto, noi del FIM siamo accanto a loro. Con iniziative come questa cerchiamo di avvicinarli alla scienza, per aiutarli nella scelta del proprio percorso di studi a livello universitario, ma anche per permettere loro di diventare cittadini consapevoli, in grado di comprendere al meglio la realtà che li circonda. Tutto questo è possibile grazie al prezioso lavoro di colleghe, colleghi e insegnanti che, anche in questi mesi così difficili, sono riusciti a tenere i contatti tra l’università e le scuole, lavorando in perfetta sinergia.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.