Giani: “Il mio futuro? Penso solo ad oggi, i giocatori hanno bisogno di me” (video)

Neanche il tempo di gustarsi la super vittoria in rimonta contro Trento di domenica scorsa, e Modena Volley è chiamata subito a un altro big match a confrontarsi con una delle prime forze (ma forse la prima). Domenica al Palazzo arriva Perugia, capolista della regular season e che fino ad ora ha perso solo due partite in campionato, una delle quali proprio contro i canarini, il 24 novembre scorso in terra umbra. Sarà uno scontro tra due squadre con giocatori importanti, leader tecnici e carismatici. Ma coach Giani, più che sui singoli, fa affidamento sul collettivo, per cercare di ottenere punti preziosi contro una vera e propria corazzata. Le voci sul futuro continuano a circolare, anche per quanto riguarda il rinnovo dell’allenatore gialloblu. In settimana in televisione Catia Pedrini a proposito del mister e del suo futuro (il contratto scade a fine stagione) ha ricordato che gode della fidcia della società ma che la sua riconferma dipenderà dall’esito della stagione e anche dalla sue scelte personali. Il Giangio mura, pallavolisticamente parlando, le domande sul suo futuro. “Sono sempre molto focalizzato su quello che faccio e non penso mai alla stagione successiva. L’obiettivo principale è questa stagione, le mie energie e risorse sono focalizzate a chiudere questa annata nel miglior modo possibile. Ho una squadra forte che ha bisogno del proprio allenatore per rendere al meglio. Un allenatore deve essere centrale in quello che fa giorno dopo giorno, del futuro ne parleremo più avanti”

Sul match di domenica. “Perugia è prima in classifica e ha perso solo due partite. A differenza nostra, le loro sconfitte sono state dei 3-2 e hanno fatto vittorie da tre punti quindi hanno avuto più continuità. E’ uno scontro diretto importante per noi, vogliamo allungare la striscia di vittorie e recuperare punti in classifica. Dobbiamo vincere le partite per acquisire quella sicurezza di cui questa squadra ha bisogno. Il tema principale è giocare di squadra, poi abbiamo giocatori che hanno colpi geniali. Con Trento abbiamo fatto un bel passo avanti, ma ora dobbiamo confermarlo partita dopo partita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.