Dionisi: “”Dovremo sfruttare le nostre qualità e limitare quelle degli avversari” (video)

Parla il tecnico neroverde alla vigilia della sfida di San Siro contro l’Inter. “Veniamo da due prestazioni positive e questo trend lo dobbiamo mantenere nell’atteggiamento perché la prestazione è una conseguenza dell’atteggiamento. E per atteggiamento intendo con la palla e senza palla, su questo siamo stati altalenanti. Nelle ultime due gare non lo siamo stati, domani non lo dovremo essere perché sennò difficilmente potremo ottenere un risultato positivo”.

“Domani affronteremo una squadra forte, non devo dirlo io, basta guardare la classifica e i dati dicono che l’Inter se non è la più forte è una delle più forti”. A dirlo è Alessio Dionisi, allenatore del Sassuolo, in conferenza stampa in vista del match contro l’Inter. Il tecnico neroverde conosce a memoria le insidie e gli ostacoli che nasconde la sfida con i nerazzurri: “Veniamo da due prestazioni positive e questo trend lo dobbiamo mantenere nell’atteggiamento perché la prestazione è una conseguenza dell’atteggiamento. E per atteggiamento intendo con la palla e senza palla, su questo siamo stati altalenanti. Nelle ultime due gare non lo siamo stati, domani non lo dovremo essere perché sennò difficilmente potremo ottenere un risultato positivo”. La formazione di Inzaghi è in lotta per lo scudetto, ma proviene dal ko interno in Champions League col Liverpool, match affascinante ma dal grande dispendio energetico: “Credo che l’Inter abbia personalità e consapevolezza – ha sottolineato Dionisi -. Le qualità dei giocatori sono indiscutibili. Lo dimostra anche la partita con il Liverpool dove credo abbia perso immeritatamente”. “Dovremo rispettare l’avversario e sicuramente avremo delle possibilità per metterli in difficoltà – prosegue Dionisi -. Sono troppe le qualità dell’Inter. Dovremo andare a Milano con personalità, consapevolezza e le nostre qualità”. Sulla formazione, il tecnico spiega: “Scamacca e Raspadori faranno parte della partita, mancheranno Djuricic, Toljan, Romagna, Obiang e Ferrari”. Sull’assenza di quest’ultimo l’allenatore del Sassuolo ha poi concluso: “Ruan Tressoldi a destra può essere una soluzione. Ho giocatori che devono mettersi a disposizione e devono imparare a farlo. Domani dovremo sfruttare le nostre qualità e dovremo limitare quelle degli avversari in campo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.