Tesser: “Approccio sbagliato, ma nessun dramma”

Parla il tecnico di Montebelluna dopo la sconfitta di Pistoia. “Dovremo capire il perché di questo avvio meno deciso del solito, dobbiamo confrontarci e vedere se è stata una questione nervosa, di troppa concentrazione o di vero e proprio approccio sbagliato. Però nessun dramma, sarebbe sbagliato disunirci proprio adesso. La classifica non è praticamente cambiata. Il nostro destino è sempre e solo in mano nostra: dobbiamo battere l’Imolese sabato al Braglia. Il mio unico grande rammarico restano i primi 20 minuti, loro erano più incisivi”

Tremolada. “siamo dispiaciuti ma ci abbiamo provato fino alla fine, dipende tutto da noi, per fortuna a Viterbo è arrivato un pari, domani andiamo al campo, analizzeremo gli errori e capiremo cosa non è andato, sabato faremo il massimo anche per festeggiare il compleanno; oggi eravamo meno brillanti, abbiamo sbagliato qualche gol, a volte si sbaglia e si viene puniti, questo è il calcio, testa alla prossima. a volte le punizioni le calcio bene, a volte no, quando calcio male mi assumo la responsabilità, quando però c’è l’occasione bisogna sfruttarla. Con l’Imolese sarà dura, l’Imolese vuole salvarsi, ma la qualità dovrà uscire fuori. Mi spiace per i tifosi che sono venuti qui, speriamo sabato di riepire lo stadio, credo che risponeranno, dovranno essere il dodicesimo uomo in campo”.Dal nove ottobre il Modena non perdeva fuori casa. “E’ il calcio, sapevamo che hanno delle motivazioni e che sono una buona squadra; oggi abbiamo sprecato qualcosa davanti, ma non guardiamo alle cose negative, restiamo tranquilli e uniti per riprenderci subito la vittoria. E’ difficile la serie C, oggi a tratti abbiamo avuto forza a volte no, è mancato il guizzo, forse c’era un rigore, abbiamo avuto le occasioni anche nel primo tempo, l’importante è averci provato fino alla fine. la reggiana ha pareggiato, è difficile pr tutti, c’è il peso di una stagione, noi lavoreremo perchè sabato sia una giornata indimenticabile. Il clima di festa? Noi siamo rimasti chiusi senza ascoltare quello che arriva da fuori, non abbiamo mai pensato di aver vinto il campionato, sappiamo che sarà dura, in questa settimana non penseremo altro che alla partita con l’Imolese, ci concentreremo solo sull’Imolese, nessuno nel nostro gruppo si è illuso o ha pensato che era fatta”.

Silvestri: “spiace per il risultato, ci tenevamo a dare una gioia ai tifosi, avevamo un’occasione per la classifica, ma non ci piangiamo addosso, ci crediamo e pensiamo a sabato per riprendere il cammino. Non abbiamo sfruttato le occasioni anche per merito di seculin, spiace non aver portato a casa almeno un punto. Il mister ha parlato nello spogliatoio, ha detto che il destino è nelle nostre mani, dobbiamo reagire per portare a casa punti importanti. da qui alla fine saranno tutte battaglie, dovvremo essere bravi a leggere le situazioni e a capitalizzare quando ci sono le occasioni”

Tesser: “Complimenti alla Pistoiese, sapevo che non sarebbe stata semplice, tutte le partite vanno giocate, abbiamo approciato male nei primi 20′, loro erano più incisivi nonostante abbiamo avuto due palle gol, loro ripartivano con tanto campo; neegli ultimi 15′ del primo tempo abbiamo creato occasioni, cosi come ad inizio ripresa, alla fine più confusione che altro. Il cambio di armellino mi ha fatto uno slot, avere tre punte dentro credevo che fosse importante per essere pericolosi; per armellino si parla di una contrattura muscolare”
Noi non siamo stati capaci di arginare Bocic e Vano, ma anche a centrocampo non siamo riusciti a fermarli, loro avevano troppo campo e siamo andati in difficoltà; abbiamo finalizzato poco pur avendo avuto tante opportunità sia da angolo che su punizione. Mi spiace che non siamo stati aggrediti all’inizio, poi abbiamo trovato un portiere che si è eretto protagonista, la Pistoiese dopo il gol si è difesa con granbde aggressività. La classifica? $ o 5 punti non cambia molto, noi dobbiamo fare sei punti nelle prossime partite, non mi interessa cosa fa la Reggiana a Fermo, pensiamo a noi e vogliamo vincere con l’Imolese, poi guarderemo il risultato della reggiana a Fermo, ma pensiamo a noi, a vincere con l’Imolese, a ritrovare quella grinta che nel primo tempo è un po’ mancata”

Alessandrini, allenatore Pistoiese: “Il Modena è una squadra di grande individualità allenata benissimo, aver vinto è un’iniezione di fiducia in vista delle prossime partite, noi partite del genere ne abbiamo giocate tante, oggi siamo stati bravi e fortunati, abbiamo avuto anche occasioni per andare sul 2-0. sappiamo che sfruttiamo le fasce, oggi a sinistra siamo arrivati sul fondo, cercavamo di sfruttare gli esterni, bisognava contenerli e ripartire, se non li contieni ti mettono in difficoltà, la squadra ha avuto la giusta mentalità, il cuore, l’atteggiamento, bella partita tra due squadre che hanno fatto gioco, partita bella ed entusiasmante, il pubblico si è divertito. Devo fare i complimenti a Modena e Reggiana, vinca il migliore, io devo pensare alla salvezza della Pistoiese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.