Mark Strukelj: “Abbiamo regalato un tempo, ma il pari è giusto”

Mark Strukelj: “primo tempo regalato a loro senza dimenticare i meriti del Gubbio che è una buona squadra, brava nelle ripartenze, abbiamo fatto molta fatica, poca intesità, abbiamo perso i duelli, arrivavamo tardi sulle seconde palle, forse l’importanza della partita ci ha condizionato; la ripresa è stata diversa, il pari è giusto, noi avremmo dovuto fare qualcosa in più, ce la giocheremo all’ultima. La tensione oggi si è fatta sentire, ma ci ha condizionato troppo, oggi nel primo tempo abbiamo fatto fatica a stare corti, ad aggredire, il Gubbio ci ha allungato e nelle ripartenze ci ha messo in difficoltà, anche dal punto di vista tecnico non siamo stati bravi come altre volte. la delusione c’è, analizzeremo a freddo la partita, poi dovremo ricaricarci e speriamo di festeggiare in casa. La scelta di Azzi? Scelta tattica, al di là della formazione avversaria, il Gubbio ci aveva sofferto all’andata con Azzi davanti, pensavamo che la sua velocità potesse darci qualcosa in più. Ponsi? Ha fatto bene come sempre quando è stato chiamato in causa, è giovane e affidabile. Dieci giorni prima del Pontedera? E’ un po’ strano avere questo tempo, recupereremo bene ma potrebbe subentrare la tensione a lungo termine, dovremo essere bravi a gestire questi giorni, sono sono sicuro che arriveremo carichi. Durante questa stagione non abbiamo mai deluso, anche nelle partite più importanti e sentite, abbiamo sempre risposto alla grande, ci può stare sbagliare un primo tempo, adesso vogliamo arrivare freschi e cattivi alla partita con il Pontedera. arriveremo pronti, non posiamo sbagliare. Oggi siamo passati a vari moduli, alla fine gli schemi erano saltati. Giovannini? E’ promettente, ha spunti quando può andare in verticale riesce a fare male all’avversario, come è capitato oggi”

Roberto Ogunseye. “Siamo rammaricati, speravamo in un altro risultato ma siamo ancora davanti e speriamo di festeggiare in casa, volevamo chiuderla qui, peccato. Sul rigore ho voluto calciarlo io, è andata bene. Alla fine ho avuto l’occasione per il secondo gol, dovevo prenderla meglio, spiace, perchè alla fine potevamo vincere. Il primo tempo? C’è mancata brillantezza e serenità mentale, volevamo fare la partita ma il Gubbio ci ha aggredito, era più bravo sulle seconde plle, ci ha messo in difficoltà, nella ripresa abbiamo alzato il baricentro, abbiamo spinto tanto, abbiamo creato i presupposti anche per vincere, il pari è meritato. Dieci giorni per preparare la partita con il Pontedera sono tanti, ci prepareremo al meglio per vincerla”.

Magnino: C’è delusione spiace per i ifosi che sono venuti fin qui, abbiamo regalato un tempo, nella ripresa siamo stati diversi e abbiamo avuto le occasioni anche per vincerla, spiace ma dobbiamo subito pensare a vincere con il Pontedera; nel primo tempo abbiamo fatto fatica, non riuscivamo a chiuderli, dovevamo essere più attenti in difesa e più compatti; la squadra era contratta altrimenti non si spiega come mai eravamo cosi sottotono, ora dobbiamo giocare contro il Pontedera come sappiamo fare e sono sicuro che arriveranno i tre punti della promozione. Nella ripresa avrei dovuto alzare la palla e fare meglio, potevamo pareggiarla, era una grande occasione, c’è rammmarico, devo migliorare, la squadra ha continuato a lottare e alla fine è arrivato il pareggio; negli ultimi minuti abbiamo provato a vincere, ci giocavamo tanto, abbiamo messo in campo tutte le nostre forze offensive, avevamo giocatori freschi davanti e Scarsella che si butta sempre dentro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.