Liberazione / Corone in 4 luoghi della memoria

Il sindaco Muzzarelli, la prefetta Camporota e le autorità al cimitero di San Cataldo, alla Ghirlandina, al Palazzo comunale e all’Università. Le iniziative del pomeriggio

Quattro deposizioni di corone hanno aperto le celebrazioni per il 77° anniversario della Liberazione di Modena dal nazifascismo, che ricorre oggi, giovedì 22 aprile.

Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e le autorità cittadine, la prefetta Alessandra Camporota e i vertici di Accademia militare, Procura della Repubblica, Arma dei carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di finanza, Polizia locale e Vigili del fuoco, hanno partecipato alle cerimonie nei luoghi della memoria insieme a rappresentanti di associazioni partigiane e combattentistiche.

Il programma delle commemorazioni, sviluppate nel rispetto delle misure per l’emergenza sanitaria, è iniziato alle 9.30 con la deposizione di una corona di fiori al Famedio del cimitero di San Cataldo. Quindi alle 10 il sindaco si è spostato come, da tradizione, al Sacrario partigiano della Ghirlandina in piazza Torre e all’adiacente lapide a ricordo degli ex internati militari. Il percorso è proseguito alle 10.15 alla lapide della Medaglia d’oro alla Città di Modena, in cima allo scalone del Palazzo comunale in piazza Grande. Infine, alle 10.30 è stata deposta una corona alla lapide in ricordo di Mario Allegretti, Medaglia d’oro al valor militare, nell’atrio del rettorato dell’Ateneo in via Università alla presenza anche del rettore di Unimore, Carlo Adolfo Porro.

Le iniziative fanno parte del programma complessivo della Festa della Liberazione, predisposto dal Comune col Comitato comunale per la storia e le memorie del Novecento, che comprende anche, in collaborazione con l’Anpi e i diversi Quartieri, la deposizione di corone nei circa 50 cippi e luoghi che in città ricordano partigiani caduti e vittime della guerra.

Sempre nella giornata di oggi, le iniziative continuano nel pomeriggio, alle 17, alla Sala Truffaut, con la proiezione del film “Libere” di Rossella Schillaci, con interventi di Cinzia Venturoli e Alfonsina Rinaldi. Alle 18, in Galleria Europa, a cura dell’Istituto storico, Chiara Colombini e Metella Montanari presentano il volume “Anche i partigiani però…” (edizioni Laterza, 2021). Alle 19.30, all’Off di via Morandi 71, concerto della Liberazione col Coro delle mondine di Novi di Modena (a cura di associazione Stoff e Centro musica, ingresso libero e gratuito). La giornata si conclude alle 23 col live Radici nel cemento al Vibra club.

Il programma degli appuntamenti è online sul sito del Comune (www.comune.modena.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.