Pedrini striglia la squadra: “Braccino corto, abbiamo avuto paura di vincere”

La presidentessa. “Questa squadra dall’inizio della stagione fa e disfa a suo piacimento, il nostro destino lo determiniamo sempre noi. Alcuni aspetti di gestione del match non li ho capiti, oggi non siamo stati all’altezza, è solo colpa nostra”

“Onore a Perugia, che ha giocato una gara molto più lucida di noi e grazie a tutti gli sportivi che sono tornati al PalaPanini. Mi sento di dire, al di là di questo, che il nostro destino lo determiniamo noi. I peggiori nemici di Modena siamo noi stessi, è una costante negativa che si ripete in una tutta la stagione e oggi per l’ennesima volta. Anche oggi alcuni giocatori hanno dispitato una buonissima partita, ma è mancata la lucidità e la freddezza che avevamo avuto a Perugia. Dopo il primo set ci ho sperato, poi una decisione arbitrale dubbia ha cambiato l’umore dei miei giocatori, che non stati più gli stessi per il resto della partita. Ho visto il classico braccino corto del tennis, avevamo quasi paura di vincere. allo stesso tempo ci sono stati alcuni aspetti nella gestione del match che non ho capito. C’è molto rammarico, questa partita avremmo potuto e dovuto vincerla. Non siamo statyi all’altezza, la responsabilità è solo nostra”.
a fine gara hanno parlato anche Giani, Van Garderen e Mazzone. Ecco il video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.