Docenti stranieri a lezione di social a Modena

Da Romania, Belgio e Portogallo all’Istituto comprensivo 10 per un progetto Erasmus sui temi dei social media e del digitale nella scuola. Incontro in Galleria Europa


Una immagine dell’incontro del 19 maggio in Galleria Europa a Modena

Venti docenti stranieri provenienti da Romania, Belgio e Portogallo sono stati accolti a Modena nei giorni scorsi per partecipare, ospiti dei colleghi dell’Istituto comprensivo 10, all’incontro conclusivo del progetto Erasmus+ sul tema dei social media a scuola, ovvero il programma europeo finalizzato alla cooperazione tra gli Stati per l’innovazione e lo scambio delle buone pratiche a scuola (“Educational toolkit for the development of social media literacy”). L’appuntamento si è svolto nel pomeriggio di giovedì 19 maggio negli spazi della Galleria Europa di piazza Grande, dove, dopo l’accoglienza da parte dell’assessora comunale all’Istruzione Grazia Baracchi, i docenti interessati dal percorso di mobilità internazionale hanno preso parte al laboratorio di scambio di buone pratiche.

In particolare, gli insegnanti accolti dall’Ic10 provenivano dal Liceul Teoretic de Informatica “Grigore Moisil” di Iasi, in Romania (partner capofila), il Center for Independent Journalism, sempre nel Paese est europeo, dall’Agrupamento de Escolas di Freixo, in Portogallo, e dal CiTip Katholieke Universiteit di Leuven, in Belgio.

Nel frattempo, proseguono anche gli altri progetti di scambio e di conoscenza delle opportunità offerte dall’Europa curati dal Centro Europe Direct. Questa settimana, infatti, il liceo artistico Venturi ha accolto una delegazione di quattro docenti olandesi nell’ambito del progetto “The potential of project based work in Secondary Education”, sviluppando quindi attività di job shadowing all’interno del programma Erasmus azione Key 1, mentre all’Istituto tecnico economico Barozzi sono stati attivati desk informativi sulle opportunità dell’Unione europea, gestiti dagli studenti “Ambasciatori del Parlamento Europeo” e dedicati alle classi del biennio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.