‘Notti della Luna’ oggi a Modena con il Motor Valley Fest

Il programma delle terza giornata

E’ la giornata delle parate al Motor Valley Fest. levento del giorno del Motor Valley Fest è l’appuntamento che andrà in scena tra pomeriggio e sera alla Torretta dell’ex Aerautodromo, e che è stato confermato dopo avere dato un’occhiata alle previsioni meteo. Circolo della Biella, Club Motori Modena e altri sodalizi proporranno infatti una vera e propria festa popolare, dalle 18.30 alle 24, in un luogo che è nel cuore di molti modenesi e non solo. Il Motor Valley Fest 2022 porterà qui infatti un centinaio di auto e moto che in via assolutamente eccezionale verranno esposte nelle stradine interne dell’area verde intitolata a Enzo Ferrari dopo essere arrivate in parata attraversando il centro storico. All’ex Torretta prevista musica e degustazioni. Nel pomeriggio di oggi automobili di vari marchi partiranno poi per prove di guida alla scoperta del territorio modenese dall’Autodromo di Marzaglia mentre trenta Fiat 500 del club vignolese La Ciliegia convergeranno in città. All’interno e negli spazi esterni del Museo casa natale del Drake sarà possibile vedere la collezione Ferrari Forever dedicata ai 75 anni della Casa del Cavallino. La Sala Truffaut ospiterà poi alle ore 18 la ‘prima’ del film Motor Valley, per la regia di Stefano Ferrari. Una sfilata di supercars e moto made in Motor Valley alle ore 20 arriverà da Bologna lungo la via Emilia e percorrerà le vie del centro in parata. Nel parcheggio del PalaMolza Aci Modena proporrà dalle 9.30 alle 18.30 il karting per bambini dai 6 ai 10 anni. Ricordiamo che i negozi del centro resteranno oggi aperti fino a mezzanotte. In occasione del Motor Valley Fest le più belle piazze di Modena sono diventate altrettanti fondali suggestivi per auto e moto di ogni epoca, a beneficio dei tanti turisti.

In Piazza Torre il progetto Restomod Maserati 3200 Gt, auto del Tridente degli anni Novanta rivisitata da Tomaso Trussardi.

In piazza Mazzini si possono vedere invece le Pagani Huayra NC e Imola mentre la R (la più fotografata di tutte) è al Villaggio Motor Valley nel cortile di Palazzo Ducale, dove si possono ammirare dalle 10 alle 24 anche la Lamborghini Aventador Ultimae e alcuni modelli Ducati da corsa dei primi anni Settanta. L’Automotoclub Storico Italiano espone qui dal canto suo la Yamaha TZ 750 del 1974 di Giacomo Agostini. La parmense Dallara ha portato in Accademia la versione speciale da collezione Dallara Stradale D50 che celebra i suoi primi 50 anni.

In piazza Matteotti è ‘parcheggiata’ invece una Bugatti EB 110.

Una nuova granturismo ‘made in Modena’ ha tolto i voli ieri al Motor Valley Fest. Spiccava in una piazza Roma assolata, dove rimarrà in esposizione fino alle ore 13. Si chiama M67 ed è prodotta dalla TS Automobili Modena. Arnaldo Torone e Vincenzo Sorvillo sono i due soci-titolari, coadiuvati dalla figlia del secondo, Rosanna, e da Franco Gasparini. Un team che ha iniziato a progettare questa vettura nel settembre scorso e che a regime darà lavoro ad una quindicina di dipendenti a Modena Est. Sotto al cofano ha un motore centrale-posteriore V8 della General Motors (il cambio è invece quello che equipaggia tra l’altro anche la Maserati MC20). La carrozzeria richiama stilemi tipici degli anni Sessanta e Settanta. Il primo prototipo dotato di meccanica sarà pronto ad ottobre, le prime consegne avverranno a fine gennaio al prezzo di circa 400 mila euro. La M67 ha 580 cavalli e raggiunge i 320 chilometri all’ora, hanno detto le simulazioni al computer. Intanto questa sera sarà una delle Notti di Luna con i locali del centro storico che potranno ampliare le aree per i clienti, come per i weekend di “Tavolini sotto le Stelle”, ma fino alle 2 di notte. Un modo per vivere al massimo l’esperienza multisensoriale del Motor Valley Fest all’ombra della Ghirlandina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.