Maturità / Seconda prova / Seneca e Tacito al classico, equazioni parametriche allo scientifico

Versioni di Seneca e Tacito al classico; studi di funzione con logaritmo, equazioni parametriche di una parabola, integrali, problemi di geometria, teoremi e integrali allo scientifico; la globalizzazione a Scienze Umane.

E ancora: testi sulla discriminazione; il discorso alle Nazioni Unite del 12 luglio 2013 del più giovane premio Nobel per la pace, Malala, il regime talebano, Martin Luther King, l’importanza del viaggio e i cellulari nei testi in inglese proposti ai ragazzi del linguistico.

E prove sul bilancio d’esercizio in economia, la definizione di marketing, la differenza tra costi fissi e variabili e altro ancora negli istituti tecnici a indirizzo Amministrazione e Finanza che hanno svolto la prova di Economia Aziendale. Sono alcune delle tante tracce sorteggiate stamane dai commissari e proposte ai 520 mila maturandi per la seconda prova scritta, la vera novità dell’esame di Stato 2022.

E’ stato il ‘compromesso’ trovato dal ministero quando, dopo l’annuncio del ritorno delle prove scritte alla maturità, molte associazioni studentesche protestarono, dicendo che i ragazzi avevano perso troppe ore di scuola in presenza per poter affrontare l’esame. E dunque quest’anno, in considerazione degli anni difficili subiti a causa della pandemia, il ministro Patrizio Bianchi ha deciso di eliminare la seconda prova nazionale e di puntare a prove diverse da istituto ad istituto, che tenessero conto dei programmi effettivamente svolti dai ragazzi. Così ieri i docenti che insegnano la disciplina oggetto del secondo scritto, e che fanno parte delle commissioni d’esame di ciascuna scuola, hanno elaborato tre proposte di tracce sulla base delle informazioni contenute nei documenti predisposti dai Consigli di classe. Tra queste proposte è stata sorteggiata stamani la traccia che è stata svolta da tutte le classi coinvolte. A questa seconda prova si possono ottenere fino a 10 punti e la durata varia da indirizzo a indirizzo: si va da un unico giorno, con una durata in genere di 6 ore (ma ci sono quadri di riferimento che possono prevedere anche una durata di 4 ore o una, massima, di 8 ore), alla prova dei licei artistici che dura 3 giorni (6 ore al giorno).

La prova si svolge in forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositivo/esecutiva musicale e coreutica. I ragazzi hanno generalmente trovato fattibili le tracce che sono state loro proposte, con qualche eccezione: “E’ uscito un argomento del primo quadrimestre che inizialmente ha spiazzato i ragazzi perchè è un tema molto ampio – spiega il presidente di Commissione di un liceo delle Scienze Umane, Danilo Vicca, dirigente scolastico di un Istituto artistico di Roma – la caratteristica della prova è di avere un limite massimo di pagine da scrivere per esporre quello che vogliono dire. Gli studenti, in 4 colonne, devono trattare i contenuti che vengono loro proposti offrendo un punto di vista critico. Ma dopo un primo momento di spiazzamento si sono rassicurati ed hanno iniziato a scrivere”. In linea di massima però i maturandi sono apparsi soddisfatti della seconda prova dell’esame con cui si sono confrontati oggi, “i prof hanno fatto un buon lavoro, proponendoci tracce nelle nostre corde”, hanno detto i più. Ora è il turno dell’orale, il colloquio finale che di norma si svolge a partire dal lunedì o dal martedì della settimana successiva alle prove scritte, e dunque dal 27 giugno.

Ed ecco tutte le materie che hanno affrontato i 520 mila maturandi nel secondo scritto.

Liceo classico: latino
Liceo scientifico: matematica
Liceo linguistico: Lingua e cultura straniera
Liceo artistico: diverso a seconda dell’indirizzo
Liceo Scienze umane: scienze umane
Liceo Scienze umane opzione economico sociale: diritto ed economia politica
Liceo musicale e coreutico: teoria, analisi e composizione

Istituti tecnici:
-amministrazione, finanza e marketing: economia aziendale;
-relazioni internazionali per il marketing: economia aziendale e geopolitica;
-meccanica, meccatronica ed energia: impianti energetici, disegno e progettazione;
-indirizzo turistico: discipline turistiche e aziendali;
-trasporti e logistica: logistica;
-elettronica ed elettrotecnica: elettronica ed elettrotecnica;
-informatica e telecomunicazioni: informatica e sistemi e reti;
-agrario: trasformazione dei prodotti;
-moda: ideazione e progettazione prodotti;
-grafica e comunicazione: progettazione multimediale

Istituti professionali:
-agricoltura: economia agraria e dello sviluppo territoriale;
-servizi socio sanitari: igiene e cultura medicosanitaria;
-alberghiero/ enogastronomia: scienza e cultura dell’alimentazione;
-accoglienza turistica: diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva;
-servizi commerciali: tecniche professionali dei servizi commerciali

Studenti del Liceo ‘Malpighi’ affrontano la prima prova scritta degli esami di maturità, Bologna, 17 giugno 2015. ANSA/GIORGIO BENVENUTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.