Estate modenese con i concerti di musica dal mondo

Gli appuntamenti prossimi: la bossa nova al Tempio, la musica armena al cortile del Melograno, il cinema al parco XXII Aprile

Il calendario dell’Estate modenese apre la prima settimana di luglio, fino a giovedì 7, con la musica dal mondo, dall’Armenia al Brasile, ma anche con il teatro, il cinema e presentazioni fotografiche con appuntamenti nei cortili, nei chiostri, nei parchi e nei giardini.
OGGI MARTEDI

Oggi l’opera è protagonista, invece, alle 21, alla Casa museo Luciano Pavarotti dove Giovanni Bietti, compositore, pianista e musicologo, considerato uno dei migliori divulgatori musicali italiani, racconta “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi (la prenotazione è obbligatoria: info@casamuseopavarotti.it; 059 460778).

MERCOLEDI

Mercoledì 6 luglio, alle 19.30 nella ex chiesa di San Paolo (in via Selmi 63) inaugura la mostra “Figlie del fuoco” che espone le opere di Enrica Berselli, Alice Padovani e Federica Poletti. La mostra, a ingresso libero, è visitabile il mercoledì e il venerdì dalle 17 alle 20, il sabato e la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20.

Nel chiostro di San Pietro, alle 21, a cura del Salotto culturale di Modena, è in programma la presentazione del libro fotografico di Rolando Montanini “Storie contadine. Frignano ‘71/73”, accompagnate dalle note di pianoforte, flauto e chitarra. L’ingresso prevede un’offerta minima di 5 euro, a sostegno del restauro del chiostro.

Nel cortile del Tempio, alle 21, le musiche della tradizione brasiliana nel concerto dedicato alla bossa nova, con Carol Mello a voce, chitarra e percussioni. A cura di MusicaCantoParola.

Al parco XXII Aprile, sempre alle 21, è di scena il cinema con il film d’animazione “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”, basato sul romanzo di Dino Buzzati. La serata è a cura di Happen, Voice off e Amnesty.

GIOVEDI

Giovedì 7 luglio, alle 17, alla Palazzina dei Giardini, è in programma l’iniziativa per bambini dai 6 ai 10 anni “Il mio giardino blu”, nell’ambito del ciclo “Un percorso ad arte” promosso da Fmav. I bambini percorreranno giardini e aiuole del parco Ducale per scoprire che un prato non è fatto solo di fili d’erba e, ispirandosi al lavoro della fotografa e botanica ottocentesca Anna Atkins, realizzeranno un piccolo erbario “blu” utilizzando l’antica tecnica della cianotipia. Per partecipare è necessario prenotarsi sul sito di Fmav (www.fmav.org/agenda/un-percorso-ad-arte-il-mio-giardino-blu-2).

Al Cortile teatro Tempio, alle 20.30, a ingresso libero, c’è l’incontro “Chi è lo Stato?”, dialogo su quando lo Stato diventa carnefice, dal G8 di Genova ai giorni nostri, a cura di Left Wing.

Alla Casa museo Luciano Pavarotti, alle 21, i ragazzi di Radioimmaginaria incontrano e intervistano Carlotta Sami, portavoce dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr). (la prenotazione è obbligatoria: info@casamuseopavarotti.it; 059 460778).

Nel cortile del Melograno, in via dei Servi 21, nell’ambito di “Musiche sotto il cielo”, la rassegna estiva del Teatro Comunale Pavarotti-Freni, è in programma il concerto del Dabaghyan Quintet, con musiche dall’Armenia (per informazioni e biglietteria teatrocomunalemodena.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.