Atletica / Italiani Juniores, Storti d’argento nel disco. Ferrari vola a Bari e realizza il minimo per i Mondiali


(Matteo Storti)

Ultima giornata dei Campionati Italiani Juniores a Rieti con un altro risultato importante in casa Fratellanza. Matteo Storti si mette al collo la medaglia d’argento nel lancio del disco al termine di una gara che ha visto esplodere il trevigiano Matteo Perin, autore di due soli lanci validi, ma uno in particolare quasi due metri oltre il proprio personale. Grandi notizie, inoltre, arrivano da Bari dove con un blitz dell’ultimo minuto si è recata Sandra Milena Ferrari per disputare un altro 100 ostacoli con l’obiettivo di strappare il minimo per i Mondiali. Missione compiuta per la giovane reggiana con uno strepitoso 13”81 questa volta con vento nella norma.

Storti, non bastano 51 metri per il tricolore

Mastica amaro per non aver potuto confermare il titolo invernale, ma rimane comunque tra i talenti emergenti più interessanti nel panorama italiano dei lanci Matteo Storti che si mette al collo la medaglia d’argento Under 20 nel disco. Il mantovano, arrivato a vestire in questo 2022 la maglia gialloblù, deve cedere il passo al trevigiano Matteo Perin che si presentava subito alle sue spalle tra i favoriti per questa gara e che al secondo tentativo ha trovato la notevolissima misura di 53,36 metri che è stata anche quella utile per vincere la gara. Per Storti, invece, non è bastato un crescendo che lo ha portato dal 49,86 metri del primo tentativo al 51,15 del terzo. A distanza di sicurezza gli inseguitori guidati da Francesco Mazzoccato, di Varese Atletica, con miglior misura di 48,64 metri.

Le altre gare

Non sono arrivati altri acuti dall’ultima giornata di gare che vedeva cinque atleti di casa Fratellanza impegnati. Nel salto con l’asta femminile Giulia Cassanelli e Giada Paglia non sono riuscite a trovare la scossa in una stagione estiva finora non entusiasmante per loro due. La prima ha fallito i tre tentativi alla misura d’ingresso di 3,35 metri, mentre la seconda ha valicato 2,85 per poi fermarsi subito dopo a 3,05, performance che le è valsa il diciottesimo posto finale. A pochi giorni dal personale ritoccato, invece, non è riuscita a ripetersi Benedetta Merzi nel triplo che ha chiuso ventiduesima con 11,06 metri. Infine Alessandro Pasquinucci, impegnato sui 1500 metri dopo il podio svanito in dirittura d’arrivo sui 3000. Il mezzofondista modenese era inserito nella serie dei migliori accrediti ed ha concluso dodicesimo con il tempo di 3’59”84.

Ferrari strappa il pass per i Mondiali

La grandissima gioia per il titolo italiano nei 100 ostacoli era stata leggermente rovinata ieri a causa del vento oltre i limiti che aveva di fatto cancellato il 13”83 di Sandra Milena Ferrari, tempo che le sarebbe valso la qualificazione per i Mondiali Juniores, ma anche il nuovo primato personale. La giovane gialloblù, però, non si è persa d’animo ed in poche ore è riuscita a ritagliarsi una seconda ed ultima possibilità trovando a Bari il meeting giusto dove riprovarci. In una gara che l’ha vista oltretutto come unica partente la Ferrari ha messo in scena un bellissimo assolo chiudendo ancora meglio di ieri, in 13”81, ma questa volta con solo un +1,2 di vento. Missione compiuta, dunque, per la velocista che così potrà prendere parte alla rassegna iridata in programma a Cali, in Colombia, dall’1 al 6 agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.