Via Vandelli, un fine settimana per scoprirla

La riscoperta della storica via Vandelli e del territorio appenninico è al centro dell’evento che si terrà a Capanno Guerri in Comune di Pievepelago sabato 16 luglio a partire dalle ore 10,00 attraverso una serie di eventi culturali, artistici, sportivi ed eno-gastronomici che si svolgeranno per tutta la giornata fino alla sera.

La riscoperta della storica via Vandelli e del territorio appenninico è al centro dell’evento che si terrà a Capanno Guerri in Comune di Pievepelago sabato 16 luglio a partire dalle ore 10,00 attraverso una serie di eventi culturali, artistici, sportivi ed eno-gastronomici che si svolgeranno per tutta la giornata fino alla sera.

La manifestazione prevede tour guidati in e-bike, approfondimenti culturali, concerti,passeggiate anche per i più piccoli, e una ricca offerta eno-gastronomica di prodotti locali.

Alla presentazione dell’evento era presente anche il presidente della Provincia di Modena Gian Domenico Tomei, che ha evidenziato come «la pandemia ci abbia fatto riscoprire il nostro territorio in maniera differente, più attenta al rispetto dei luoghi, più vicina alla natura e alle nostre tradizioni. Riscoprire la via Vandelli – conclude Tomei – significa riscoprire le nostre radici, tornando a far vivere territori, come quello appenninico, da tempo in grande sofferenza, ma ricco di opportunità da cogliere, proprio come questa».

La giornata predeve musica, attività ludiche per bambini,dibattiti, gastronomia, yoga, trekking e-bike mercato agricolo, oltre al “battesimo della sella” con l’Asineria di Gombola e la possibilità di visitare l’accampamento dei lupi feudi di Saarloos, ascoltarne miti e leggende, giocare e interagire con questi esemplari. In particolare il programma inizia alle ore 10 con l’apertura dello stand mercato contadino, l’inizio delle attività ludiche con l’asineria di Gombola e l’animazione con i lupi feudi di Saarloos, e il trekking ed e-bike a cura di Stray Dogs.

A seguire ci sarà yoga all’ombra del grande faggio con Natascia Bertoncelli e alle ore 11.30 il saluto delle autorità e di Livio Migliori, dell’accademia dello Scoltenna. Alle ore 12.30 a Capanno Guerri ci sarà il dialogo con Claudia Righetti psicoterapeuta, dal titolo “Cambiare Via o cambiare vita” e alle 14.30 joga con Tiziana Tagliazzucchi.

Alle ore 15.30 a Capanno Guerri si dialogherà con l’autore Andrea Baschieri sul “Turismo lento” a alle 17.30 ci sarà l’incontro con Paolo Cervigni scrittore di montagna e autore della guida “La Via Vandelli e la Via Bibulca”.

La giornata si concluderà con lo joga all’ombra del grande faggio con Tiziana Tagliazucchi. e a seguire con la musica live sino alla comparsa delle stelle.

«Questo progetto di promozione e rilancio della vecchia via ducale è un esempio di come il territorio montano si sia attivato cercando di reagire ad un periodo di forte crisi – sottolinea Andrea Casoni uno degli organizzatori della manifestazione – dove tutti i soggetti coinvolti hanno fatto qualcosa di veramente importante e utile per la collettività, con lo scopo di rilanciare il turismo in Appennino grazie ad una via storica come la Vandelli».

Per Alessandro Bonfiglioli di Stray Dogs «la promozione e lo sviluppo di questo progetto sono un tassello fondamentale per la creazione di un’offerta turistica

ecosostenibile incentrata sulla fruibilità dei sentieri appenninici, come quello della via Vandelli».

L’evento, patrocinato dalla Provincia di Modena, è promosso da Andrea Casoni del gruppo Emilia-Romagna Responsabile e Alessandro Bonfiglioli dell’associazione di guide ambientali Stray Dogs, in collaborazione con Livio Migliori dell’accademia dello Scoltenna, i produttori locali Ileana Magnoni e Giannotti Marco, oltre al Comune di Riolunato e Pievepelago.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.