21 genitori rinviati a giudizio. Presentarono per i figli falsi certificati di vaccinazione

Per i papà e le mamme dei bambini coinvolti, 16 in tutto, l’imputazione è quella di corruzione in concorso. Richiesta di rinvio a giudizio per 21 genitori che tra il 2016 e il 2018, grazie ad un medico chirurgo compiacente, hanno evitato di sottoporre i figli a vaccinazione obbligatoria per frequentare le aule scolastiche ricorrendo a falsi certificati. L’indagine dei carabinieri di Riccione risale agli anni immediatamente prima del Covid e riguarda bambini che vanno dai 2 ai 14 anni. La Procura della Repubblica di Rimini ha depositato la conclusione indagine per i 21 genitori, mentre il medico iscritto all’Ordine dei Medici di Pesaro che falsificava i documenti, risulta deceduto nel 2019. Secondo le indagini ogni falso certificato di vaccinazione veniva pagato 300 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *