Frassinoro / ‘Frequenze d’alta quota’ presenta Plàsi, songwriter svedese

Il festival ’Frequenze d’alta quota’ propone a Frassinoro una terza serata assolutamente da non perdere. Tra musica, street food, ottima birra, negozi aperti e la voglia di vivere la propria comunità o, se si è turisti, scoprire un territorio che ha molto da regalare a livello paesaggistico e storico. Domani alle 21, in piazza Miani con ingresso gratuito, arriva a Frassinoro Plàsi, elegantissimo songwriter svedese. I suoi brani sono stati scelti per Grey’s Anatomy ed altre serie tv. Capace di fare sognare con la potenza espressiva della sua chitarra e la sua voce unica. Dal suo Ep di debutto Now & Then (2016), il cantautore greco svedese Plàsi ha colpito la scena folk internazionale con il suo fascino romantico, guadagnando oltre 70 milioni di stream. Il suo secondo album, Foreign Sea (febbraio 2022, Nettwerk Records), guarda in modo estremamente personale alle vie tracciate da Nick Drake, Vashti Bunyan e George Ogilvie e raccoglie pareri unanimemente positivi grazie alla sua raffinatezza ed eleganza mai banale nè derivativa. Supporta in tour Efterklang, Henry Jamison, José González, Will Varley, Spencer Krug e Hollow Coves. Ad aprire il concerto sarà Gabriele Catoni da Grosseto, interessante artista che vanta recensioni entusiastiche. Ma ci sarà spazio anche per alcuni musicisti locali, della Scuola di Musica di Frassinoro che tanto ha contribuito a questo festival. Sul palco, tra gli altri, Marco Marcolini, Giuseppe Pierazzi, Riccardo Boccolari, Giacomo Pierazzi ed Emanuele Ceccarelli. Quella di venerdì avrebbe dovuto essere la serata conclusiva del festival, che invece recupererà venerdì 27 agosto il live di Debora Petrina annullato la settimana scorsa a causa di problemi di salute dell’artista. Il festival Frequenze d’alta quota, organizzato dal Comune di Frassinoro in collaborazione con la scuola di musica e la proloco, conta sulla direzione artistica del leggendario studio Esagono di Rubiera, ed è stato realizzato anche grazie al prezioso contributo della Fondazione di Modena. «Questo festival rappresenta la realizzazione di un progetto partito tanto tempo fa – spiega il sindaco di Frassinoro Oreste Capelli – dato che la prima ipotesi è partita dalla scuola di musica, una realtà molto importante che coinvolge una cinquantina di ragazzini del territorio, non solo del comune. Grazie ai rapporti con lo Studio Esagono siamo stati in grado di intercettare il bando MiMO (Mi Metto all’Opera) per realizzare il festival. La scuola di musica è una risorsa per il territorio e l’amministrazione ha cercato in tutti i modi possibili di sostenerla, cercando, al di là dei fondi del bando, di aumentare l’interesse dei giovani. In questo senso ringrazio Marco Marcolini che negli anni è riuscito a portare a Frassinoro importanti musicisti». Le serate di Frequenze d’alta quota sono ad ingresso libero, iniziano alle 21 e si tengono in piazza Miani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.