Ufficiale, Pinamonti al Sassuolo per venti milioni

Sostituisce Scamacca che passa al Napoli. Affari conclusi oggi

E’ fatta per il passaggio di Andrea Pinamonti dall’Inter al Sassuolo. Dopo gli incontri a Milano di martedì sera e di oggi a pranzo, i dirigenti nerazzurri e neroverdi hanno trovato l’accordo per il trasferimento dell’attaccante classe 1999 in Emilia. La formula è quella del prestito con obbligo di riscatto fissato a 20 milioni di euro.

L’EREDE DI RASPADORI, DOMANI LE VISITE – Sarà lui a sostituire numericamente Giacomo Raspadori, che è dunque vicino al trasferimento al Napoli. L’ormai ex Inter dovrebbe svolgere le visite mediche nella giornata di domani e sostituirà nel modulo di Dionisi l’amico Gianluca Scamacca, passato al West Ham. Per Pinamonti è pronto un contratto quadriennale fino a giugno 2026 con un ingaggio da 2,4 milioni di euro netti all’anno.

Giovedi mattina Pinamonti è atteso a Sassuolo per le visite mediche, dopodichè firmerà un contratto di 5 anni – che ne farà il giocatore con lo stipendio più alto della rosa neroverde al pari di Berardi – e si metterà a disposizione di Dionisi in vista del debutto di lunedì in casa della Juventus. Per assicurarsi Pinamonti il Sassuolo ha superato la concorrenza di Atalanta, Salernitana e Monza, forte anche della volontà dell’attaccante che ha spinto per la soluzione Sassuolo.Seppur slegata, la definizione dell’operazione Pinamonti può dare il via libera definitivo al passaggio di Raspadori al Napoli. Le due società stanno cercando di trovare l’accordo su prezzo, bonus e formula di pagamento. Al momento il Napoli, preso atto che Carnevali non accetta contropartite tecniche (erano stati offerti Ounas o Pertagna), è arrivato a mettere sul piatto 27 milioni più 6 di bonus (molti dei quali difficili), mentre la richiesta del Sassuolo è attestata su 30 milioni di base fissa più 5 di bonus (ma facili da raggiungere). La trattativa è tutt’altro semplice ma, come nel caso di Pinamonti, può risultare determinante la volontà del giocatore. Non è infatti un mistero che Raspadori e il suo entourage da tempo spingano affinchè si concretizzi il trasferimento dell’attaccante all’ombra del Vesuvio.

VERSO TORINO. Sarà Antonio Rapuano della Sezione AIA di Rimini a dirigere Juventus-Sassuolo, prima giornata della Serie in programma lunedì 15 agosto alle ore 20,45. Assistenti sono stati designati Di Vuolo di Castellamare di Stabia e Di Gioia di Nola. Quarto ufficiale Giua di Olbia. Sono stati designati in qualità di assistenti VAR Guida e Muto di Torre Annunziata. Il 37enne Rapuano non ha mai incrociato la Juventus, 4 invece i suoi precedenti con il Sassuolo: 3 sconfitte su 3 in campionato, l’ultima delle quali il 6-1 in casa del Napoli il 30 aprile scorso. Unica gioia dei neroverdi con Rapuano in Coppa Italia, il 2-1 del dicembre 2018 contro il Catania. Lunedì il Sassuolo dovrà fare a meno di Maxime Lopez che il 27 ottobre dello scorso anno firmò lo storico successo neroverde allo Juventus Stadium con un gol al 95′. A sostituirlo dovrebbe essere Matheus Henrique. La Juventus ha importanti defezioni diversi reparti. La lista degli infortunati è lunga: Szczesny, Cuadrado, Pogba, McKennie e Pellegrini oltre al lungodegente Chiesa. Alla luce di ciò Allegri sta pensando al cambio di modulo, 4-3-3 o 3-5-2. Di sicuro ci sarà l’esordio dell’argentino Di Maria, possibile anche quello dell’ultimo arrivato Kostic atteso per oggi a Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.