Dionisi: “Raspadori fuori dall’inizio per non dargli pressioni”

“Non si è trattato di scelta tecnica, in queste settimane ho parlato tanto con lui, risente delle voci ma si sta allenando molto bene. Oggi non meritavamo una sconfitta cosi pesante, la prestazione c’è stata, è mancato il risultato, abbiamo avuto tante occasioni”

Vittoria di carattere per la Juventus, che batte il Sassuolo con il tandem Di Maria-Vlahovic. L’argentino trova subito il gol al debutto e serve anche un assist a Vlahovic, che comincia il campionato con una doppietta. Esordio per Kostic, bene la prima di Bremer. Nel Sassuolo partono dalla panchina Pinamonti e Raspadori, che entrano nella ripresa ma non riescono a incidere.

DALLA SALA STAMPA
Massimiliano Allegri. “Di Maria, dovevo toglierlo sul 3-0, già in settimana aveva accusato un problema. Volevamo vincere, siamo partiti abbastanza bene, poi abbiamo perso alcuni palloni in uscita, siamo andati in difficoltà, loro hanno avuto due o tre occasioni, dovevamo rimanere più tranquilli e freddi. L’uscita dal time out? Era un momento diffiicle, non avevamo il comando della partita, ho cambiato qualcosa in mezzo al campo e la partita è tornata in mano nostra. Stiamo lavorando su alcune cose, nel secondo tempo abbiamo buttato troppe palle a campo aperto, lì devi chiudere l’azione, inevece abbiamo perso palla e sono ripartiti”. Nel secondo tempo la squadra ha fatto una buona difesa, ha chiuso gli spazi ed è riuscita a ripartire bene. Breme? Ha gamba, è aggressivo, scappa via, copre il lungo, è un giocatore importante. Vlahovic? Ha fatto un assist meravoglioso sul terzo gol, lui deve migliorare alcune situazioni, scelte di passaggio, movimenti, ecc, sul gol è stato molto bravo, sono contento della sua prestazione. Il mercato? La società ha fatto bene, sono arrivati dei campioni al posto di altri campioni”.

Alessio Dionisi: “Facciamo valutazioni diverse sulla prestazione e sul risultato: non meritavamo questo risultato, alcune decisioni arbitrali dubbie; abbiamo sbagliato alcune cose sui gol, il risultato però è pesante, a fine primo tempo il risultato era immeritato, peccato perchè abbiamo tirato tanto ma non abbiamo avuto fortuna”. “Ho tenuto fuori Raspadori dall’inizio per non caricarlo di pressioni che lui, essendo giovane, le sente; non è una scelta tecnica, il ragazzo come ha detto Carnevali si è allenato bene ma un po’ di pressione la sente; nelle ultime due settimane è il giocatore con il quale ho parlato di più; lui ama giocare, lo fa con passione, vive questo momento, ripeto che la scelta è solo per alleggerire la pressione su di lui”. Berardi? E’ pronto per restare, non possiamo farne a meno, si è allenato benissimo, alla fine rincuorava i compagni di squadra, è proprio dentro all’ambiente, anche lui deve imparare a convivere con il mercato. Dobbiamo pensare alle partite e a fare punti, oggi non ne abbiamo fatti, per fortuna fra due settimane il mercato chiude”.

Vlahovic, doppietta. “Ho lavorato tutta l’estate, non sono ancora al 100%, è la seconda partita da novanta minuti, sto lavorando per arrivare al massimo ed essere utile alla squadra. Dedico i gol a un mio amico e alla mia famiglia. Di Maria? Con lui è un piacere giocare a calcio, lo ringrazio per gli assist, spero di ricambiare e riceverne altri, ma l’importante è che vinca la squadra, lui si è meritato gli apllausi. Con Kostic mi trovo bene, parliamo la stessa lingua, mi trovo bene con tutti, c’è un ottimo ambiente nello spogliatoio, volevamo vincere e ci siamo riusciti, andiamo avanti. La squadra viene prima di tutto, conta solo la Juve, se non vinco la classifica cannonieri non è importante, voglio lo scudetto con la Juve, io ho la squadra che mi supporta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.