Europei / 1500 metri d’argento per Gregorio Paltrinieri

Gregorio Paltrinieri vince la medaglia d’argento nei 1500 sl agli Europei di nuoto di Roma con il tempo di 14:39:79. Medaglia d’oro, invece, per l’ucraino Mykhaylo Romanchuk, bronzo per il francese Damien Joly.

Seconda medaglia sì, secondo oro no. Gregorio Paltrinieri si inchina all’amico – rivale Ivailo Romanchuk nella finale dei 1500 stile libero agli Europei di Roma. Dopo il trionfo negli 800 di sabato, Greg ha cercato subito una partenza sprint anche sulla distanza più lunga delle gare in vasca. Dopo aver condotto fino ai 400 metri però, il fuoriclasse carpigiano si è dovuto arrendere alla progressione devastante del campione ucraino. Un’azione clamorosa per fluidità e potenza quella di Romanchuk, che non ha lasciato spazio di replica a Paltrinieri. Alle spalle dei due protagonisti, che hanno fatto letteralmente il vuoto, il francese Damien Joly terzo e l’altro azzurro Domenico Acerenza, che ha chiuso amaramente ai piedi del podio. 14.39.79 il tempo finale di Paltrnieri, staccato di oltre 3 secondi dal vincitore. “Mi spiace, oggi c’era tantissima gente e volevo regalare ai tifosi un’altra gioia. Anche se il tempo finale non è affatto male, mi sento di aver deluso le aspettative, ma alla fine ero davvero stanco: non potevo fare di più, per oggi va bene così” il commento a caldo del carpigiano.
Resta comunque il secondo podio in due gare per Greg, che ora può concentrarsi sulle gare in acque libere, l’ultimo vero grande amore per il nuotatore carpigiano. L’obiettivo è fare il pieno di podi, 5 su 5 gare in cui è iscritto, da abbinare ai 4 podi + un quarto posto collezionati a fine giugno ai Mondiali di Budapest. Un’estate forse irripetibile per Paltrinieri, che anche nel giorno in cui si inchina alla giornata d’oro di Ivailo Romanchuk, porta a casa un’altra medaglia per arricchire una bacheca personale irripetibile.

“Il pubblico lo sentivo e lo devo anche ringraziare, mi sento di aver deluso le loro aspettative, volevo fare bene e non è uscita una cosa bellissima, ma ero morto, finito. L’Europeo è lungo e ogni gara è a sé, oggi era il massimo che potevo fare, quindi sono contento”, è il commento di Paltrinieri alla sua prestazione.

Margherita Panziera vince la medaglia d’oro nei 100 dorso con il tempo di 59:40. Argento per Medi Harris e bronzo per l’olandese Kira Toussaint. Quinto posto per Silvia Scalia con il tempo di 1:00.12.

Nicolò Martinenghi trionfa nei 50 metri rana: il varesino si prende l’oro in 26.33, seguito dall’altro azzurro Simone Cerasuolo (26.95). Medaglia di bronzo al tedesco Lucas Matzerath (27.11).

La staffetta mista italiana di stile libero (composta da Alice Mizzau, Antonietta Cesarano, Stefano Di Cola e Matteo Ciampi) ha chiuso al terzo posto (tempo di 7:31.85) nella finale europea dei 4×200 metri. La medaglia d’oro va alla nazionale britannica (7:28.16), l’argento alla francese (7:29.25).

E’ di bronzo la medaglia conquistata nei 200 misti donne da Sara Franceschi. La 23enne livornese ha nuotato in 2:11.38, ed è stata preceduta dall’israeliana Gorbenko, oro in 2:10.92., e dall’olandese Steenbergen, argento in 2:11.14.

Due azzurre sul podio dei tuffi agli Europei di Roma. Elena Bertocchi è medaglia d’oro dal trampolino da un metro, con Chiara Pellacani bronzo. La milanese, che si conferma campionessa d’Europa dopo il successo a Budapest 2020, ha raggiunto un punteggio di 264.25, mentre la 19enne romana si piazza al terzo posto con 259.05. Argento alla svedese Emma Gullstrand con 259.65.

Alberto Razzetti è medaglia di bronzo nei 200 metri farfalla. L’atleta ligure ha chiuso in 1:55.01 dietro agli ungheresi Kristof Milak (oro in 1:52.01) e Richard Marton (argento, 1:54.78).

L’Italia è medaglia di bronzo nei tuffi, piattaforma mixed, con Eduard Timbretti Gugiu e Sarah Jodoin di Maria. Oro alla Gran Bretagna, argento all’Ucraina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.