Con il Brescia tornano Azzi e Giovannini dal 1′

Sfida ‘classica’ al Braglia dove Modena e Brescia si sono incontrate ben 55 volte. Tradizione favorevole ai canarini. Oggi squadre in campo con diverse defezioni.

La novità principale nell’undici titolare con cui il Modena sfiderà il Brescia per provare a riscattare un avvio di stagione deludente, sarà rappresentata dal ritorno dal primo minuto di Paulo Azzi sulla fascia sinistra. Il terzino brasiliano, che prenderà il posto di Ponsi, è pronto a diventare nuovamente un’arma determinante a favore dei canarini (“E’sempre stato molto importante per noi fin dall’anno scorso. Lo vedo sereno. Ha accarezzato un sogno, ma ora il sogno è il Modena.. – HA DETTO tESSER ALLA VIGILIA – “. Sul fronte opposto, è ballottaggio tra Oukhadda e Coppolaro. Ma quella di Azzi non sarà l’unica novità di giornata. Mister Tesser in conferenza ha fatto intendere che per il ruolo di seconda punta vorrebbe puntare fin dal primo minuto su Giovannini, impiegato poco fin qui ma giocatore di grande qualità che ha giocate importanti. Da vedere con chi giocherà in coppia, se Falcinelli o Diaw. In difesa, con Pergreffi ancora out, spazio alla coppia Cittadini-De Maio, quest’ultimo favorito su Silvestri. A centrocampo gli inforetuni hanno colpito il Modena: Tesser che dovrà fare i conti con le indisponibilità di Gerli e Armellino. Si va dunque verso la conferma dello stesso reparto che ha iniziato a Cagliari, ovvero Panada regista insieme a Gargiulo e Magnino. In attacco i dubbi principali: Bonfanti scalpita e potrebbe giocare insieme a Giovannini mentre Diaw e Falcinelli potrebbero subentrare a gara in corso. Al Braglia sono attesi circa 9mila spettatori tra biglietti e abbonamenti. I tagliandi restano in vendita online, nei punti in città e provincia e oggi dalle 11.30 alle 14.30 presso la biglietteria dello stadio.

LA LISTA DEI GIOCATORI A DISPOSIZIONE (domani mattina il Modena diramerà i convocati)

PORTIERI: 1 Antonio Narciso, 12 Andrea Seculin, 26 Riccardo Gagno

DIFENSORI: 3 Fabio Ponsi, 5 Giorgio Cittadini, 15 Tommaso Silvestri, 27 Paulo Azzi, 28 Sebastien De Maio, 33 Francesco Renzetti, 57 Mauro Coppolaro, 77 Matteo Piacentini, 96 Shady Oukhadda

CENTROCAMPISTI: 6 Luca Magnino, 7 Edoardo Duca, 8 Nicola Mosti, 10 Luca Tremolada, 19 Romeo Giovannini, 20 Mario Gargiulo, 23 Thomas Battistella, 43 Simone Panada

ATTACCANTI: 9 Nicholas Bonfanti, 11 Diego Falcinelli, 17 Davide Marsura, 99 Davide Diaw

PROBABILI FORMAZIONI

Modena (4-3-1-2) Gagno; Oukhadda, Cittadini, De Maio, Azzi; Gargiulo, Panada, Magnino; Tremolada; Bonfanti, Giovannini. All. Tesser

Brescia (4-3-3): Lezzerini; Jallow, Papetti, Adorni, Mangraviti; Bisoli, Labojko, Bertagnoli; Viviani, Moreo, Ayé.

Arbitro: Minelli di Varese (Vigile-Trasciatti/Bordini).

Var: Abbattista-Rocca

Stadio Braglia ore 14 (aggiornamenti su Modena Noi Tv)

Precedenti

Quella con il Brescia è una delle sfide più giocate nella storia del Modena. Le due compagini, con le 64 partecipazioni delle rondinelle e le 51 gialloblù, sono le più presenti nella storia del campionato di Serie B. La gara che andrà in scena al Braglia sarà la numero 56 giocata all’ombra della Ghirlandina. La prima fu disputata oltre un secolo fa, l’8 marzo del 1914. Il bilancio è nettamente favorevole ai canarini che nei 55 precedenti si sono imposti in 24 occasioni contro le 14 dei bresciani, 17 i pareggi.

Gli ex

quella di oggi pomeriggio sarà per tanti giocatori gialloblù la classica gara dell’ex. Luca Tremolada, a Brescia tra il 2018 e il 2020, che con la maglia delle rondinelle ha anche debuttato in Serie A contro il Milan. Match speciale anche per Riccardo Gagno e Mario Gargiulo che sono cresciuti nel settore giovanile del Brescia e in prima squadra hanno totalizzato rispettivamente tre e sei presenze. Sebastian De Maio, invece, ha collezionato 124 presenze in terra bresciana. Gli altri ex di turno sono il nuovo acquisto Davide Marsura e Mauro Coppolaro. Una citazione particolare meritano i due giovani Giorgio Cittadini e Simone Panada, entrambi bresciani ma cresciuti nel vivaio dell’Atalanta.


(Romeo Giovannini)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.