Dilettanti / Eccellenza / Chi fermerà il Castelfranco?

Ormai sono finiti gli aggettivi per questo Castelfranco.
La squadra di mister Fontana soffre, ma resiste nella gara casalinga contro il Nibbiano e Valtidone, portando a casa l’ennesima vittoria di questo campionato.
Una partita, quella di oggi, molto intensa con gli ospiti che, nonostante la difficile situazione in classifica, non hanno demeritato, anzi , nella prima frazione di gioco si sono rivelati più pericolosi, come per esempio nell’occasione del minuto 3’ che ha portato il bomber Minasola, capocannoniere del torneo, a tu per tu col portiere Nicolosi che nonostante il compito difficile di sostituire il titolare Gibertini, si fa trovare pronto e reattivo neutralizzando l’occasione dell’attaccante.
Altra grossa assenza nel Castelfranco di oggi è di sicuro quella del numero nove Bertetti in attacco, a causa della sua assenza è mancata lucidità nella finalizzazione prima con Nait al minuto 10’ che spreca un’occasione da ottima posizione e poi con capitan Mantovani che si fa murare sulla linea a colpo sicuro.
Dopo il primo tempo povero di occasioni la ripresa si apre nel migliore dei modi per i padroni di casa.
Minuto 54’, corner di Zito, sempre molto ispirato, colpo di testa e palla che arriva a Tesa che con una semirovesciata spedisce la palla sotto la traversa, conclusione imparabile per il portiere e Castelfranco in vantaggio.
Un gol fondamentale in questo momento della stagione come fondamentale é l’autore del gol.
Willy Tesa è senza dubbio il cervello del centrocampo castelfranchese, inesauribile e sempre in grado di fare la giocata giusta per la squadra.
È ormai un veterano nonostante la sua giovane età ed è questa, senza dubbio, la stagione della sua consacrazione.
Nonostante il brutto colpo subito, nella seconda metà della ripresa il Nibbiano e Valtidone prova a rientrare in partita ma più di cuore che con la testa ed infatti complice un notevole nervosismo la squadra piacentina rimane addirittura in nove uomini, di fatto consegnando la partita nelle mani del Castelfranco che dal minuto 70’ grazie alla doppia superiorità numerica si limita a gestire il gioco non affondando più di tanto e facendo stancare gli ospiti col giro palla.
L’unico a provare a impensierire la difesa di casa è sempre il solito Minasola che però è rimasto sempre troppo isolato dai suoi compagni e tutte le sue conclusioni si sono spente a lato della porta di Nicolosi.
La partita si conclude con l’espulsione anche di Mister Rossini, non proprio soddisfatto dell’ arbitraggio odierno per usare un eufemismo.
Castelfranco a sei lunghezze sulla seconda e chi all’inizio della stagione era dubbioso sulla qualità della rosa si sarà già rimangiato tutto, perché questa è una vera squadra pronta a tutto, che con la sfacciataggine dei suoi giovani e una chiara impronta di gioco sta ottenendo risultati incredibili.
L’obiettivo ora sarà quello di mantenere continua questa striscia di vittorie, anche nell’ostico turno infrasettimanale di mercoledí a Sasso Marconi.

V. Castelfranco – Nibbiano e Valtid. 0

VIRTUS CASTELFRANCO: Nicolosi, Posponi (95′ Pepe), Hajbi, Caesar Tesa, Casarano, Palmiero, Mantovani, Timperio, Barani (59′ Glorioso), Zito (77′ Barbieri), Nait (88′ Lodi). All.: Fontana.

NIBBIANO E VALTIDONE: Murriero, Boccenti, Bernardi, Baldini (89′ Ruibal Ocampo), Fogliazza, Celotti, Esposito (72′ Federico), Jakimovski (81′ Montagnari), Minasola (67′ Porcari), Lancellotti, Blazevic. All.: Rossini. ARBITRO: Santeramo di Monza.RETE: 54′ Caesar Tesa.NOTE: espulsi Lancellotti al 70′, Blazevic al 61′.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *