Sassuolo / 28enne arrestato dalla Polizia di Stato, deve scontare oltre un anno per rapina

Nella serata di martedì 8 novembre scorso, personale del Commissariato di P.S. di Sassuolo, durante il servizio di controllo del territorio nel centro cittadino, ha fermato per accertamenti un’autovettura.

A bordo vi era un cittadino straniero di 28 anni, destinatario di provvedimento di ripristino dell’ordine di carcerazione per una condanna passata in giudicato per il reato di rapina, emesso dall’autorità giudiziaria di Lucca; il 28enne è stato tratto in arresto e al termine delle formalità di rito, associato alla casa Circondariale Sant’Anna di Modena, deve scontare 1 anno, 1 mese e 9 giorni di carcere.

Attività di prevenzione e contrasto al crimine della Polizia di Stato a Mirandola: denunciata una persona per porto di armi ed oggetti atti ad offendere

Nella giornata di ieri, personale del Commissariato di P.S. di Mirandola, in servizio di controllo del territorio, percorrendo la Nuova Variante, ha fermato una autovettura con a bordo tre persone sospette. In considerazione dell’atteggiamento nervoso tenuto dai tre uomini e dai numerosi precedenti a loro carico per reati contro il patrimonio, gli operatori hanno proceduto ad una perquisizione, che ha permesso di rinvenire nelle disponibilità di uno di loro un tirapugni e un paio di forbici da elettricista. Questi è stato, pertanto, deferito all’A.G. per il reato di porto di armi ed oggetti atti ad offendere. La posizione dei tre uomini, inoltre, è al vaglio della Divisione Polizia Anticrimine ai fini dell’adozione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Mirandola.

241 persone identificate nel servizio straordinario interforze in zona Tempio, Gramsci e Novi Sad. Pattugliamenti capillari, verifiche ad esercizi commerciali e monitoraggio dei flussi veicolari.

Nella mattinata di ieri, è stato organizzato un servizio straordinario anticrimine, cui hanno concorso pattuglie della Squadra Volante, della Polizia Ferroviaria, della Polizia Locale, con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato.

I controlli, finalizzati alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori in strada, dello spaccio di sostanze stupefacenti e dell’immigrazione clandestina, nonché dei reati connessi ad aggregazioni giovanili moleste, hanno interessato le zone Tempio e Gramsci e tutta l’area che insiste sul Parco Novi Sad. Massima attenzione è stata posta a viale Crispi, via Nicolò dell’Abate, piazzale Natale Bruni, via Mazzoni e l’omonimo cavalcavia, via Ganaceto, viale Gramsci e strade limitrofe.

Piazza Dante e la Stazione Ferroviaria, comprese le pertinenze, sono state presidiate da personale del Posto di Polizia Ferroviaria, che ha svolto capillari controlli anche a bordo treno.

Nel corso dell’attività, sono stati predisposti posti di controllo lungo via Montecuccoli, viale Monte Kosica e via Nonantolana, al fine di monitorare i flussi veicolari in entrata ed uscita dalla città.

Effettate verifiche, estese agli avventori, anche presso tre esercizi pubblici in viale Gramsci e via Ganaceto.

Sono state 241 le persone complessivamente identificate, di cui 79 cittadini stranieri, e 48 i veicoli controllati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *