Da oggi niente certificati nelle edicole

Una circolare ministeriale esclude l’attività di intermediazione. Documenti online sulle piattaforme Anpr e “Accedo”; per chi è impossibilitato c’è lo sportello anagrafico

Da domenica 27 novembre il servizio “Io Certifico” sarà sospeso e non sarà più possibile richiedere la stampa di certificati anagrafici e di stato civile presso le edicole del territorio comunale, in ottemperanza alla recente circolare ministeriale che esclude l’attività di intermediazione di soggetti terzi.

I cittadini comunque potranno continuare a richiedere i certificati online dalla piattaforma dell’Anpr, Anagrafe nazionale della Popolazione Residente (www.anpr.interno.it) e dal sistema comunale “Accedo” (www.comune.modena.it/anagrafe), in particolare per certificati non disponibili su Anpr, come estratti di nascita, matrimonio e morte.

Sul portale del ministero dell’Interno relativo all’Anagrafe nazionale è possibile accedere con credenziali Spid (Sistema pubblico identità digitale) o Cie (Carta identità elettronica) o con Cns (Carta servizi nazionale). I certificati anagrafici possono essere richiesti per se stessi o per un componente della propria famiglia anagrafica e sarà possibile visionare l’anteprima del documento per verificare la correttezza dei dati per poi scaricarlo in formato pdf o riceverlo via mail. Occorre indicare se il certificato è richiesto in esenzione (scegliere il caso) o in bollo, su cui è prevista esenzione fino a fine anno. Nel sistema è sempre possibile visionare la guida operativa per il cittadino. I certificati anagrafici ANPR possono essere rilasciati anche in forma contestuale (ad esempio residenza e stato di famiglia potranno essere richiesti in un unico certificato) e sono 15: certificato di nascita, di matrimonio, di esistenza in vita, di residenza, di residenza Aire, di stato civile, di stato di famiglia, di stato di famiglia e di stato civile, di residenza in convivenza, di stato di famiglia Aire, di stato di famiglia con rapporti di parentela, di stato libero, di unione civile, di contratto di convivenza.

I certificati non disponibili su Anpr possono essere richiesti o, anche in questo caso attraverso Spid, Cie o Cns.

I cittadini impossibilitati a utilizzare le piattaforme online potranno prenotare un appuntamento allo sportello dell’Anagrafe di via Santi 40 rivolgendosi al Punto informativo Anagrafe telefonicamente (tel. 059.2032077, il lunedì e giovedì dalle 9 alle 18; martedì, mercoledì, venerdì e sabato dalle 9 alle 13) oppure di persona (da lunedì a sabato dalle 9 alle 11.30, giovedì dalle 15 alle 17).

Gli appuntamenti verranno fissati in base alla disponibilità dell’agenda e saranno riservati ai cittadini impossibilitati ad utilizzare le modalità di rilascio online. Il pagamento del bollo virtuale si effettuerà allo sportello tramite bancomat o carte di credito (in contanti solo se non si ha bancomat o carta credito).

Nei giorni scorsi l’Amministrazione comunale aveva espresso rammarico per la decisione ministeriale, auspicando un intervento del Governo per consentire la continuazione del servizio fornito dalle edicole che in questi anni era stato apprezzato dai cittadini e ha rappresentato un elemento di semplificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *