Omicidio Alice / Gaaloul si avvale della facoltà di non rispondere, a fine anno l’estradizione?

Si è svolta questo pomeriggio presso il tribunale di Colmar, in Francia, l’udienza di convalida dell’arresto di Mohamed Gaaloul, il 29enne tunisino principale indagato per l’uccisione, a Fossa di Concordia, il 18 novembre scorso, di Alice Neri. L’uomo si è avvalso della facoltà di non rispondere ma, in accordo con l’avvocato modenese Roberto Ghini che lo assiste in questa fase insieme a un collega francese, non si è opposto alla richiesta di trasferimento in Italia. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 22 dicembre quando sarà presumibilmente decretata l’estradizione. Il suo arrivo in Italia è quindi atteso tra la fine del 2022 e l’inizio del nuovo anno. Co il rientro in Italia del tunisino il cerchio attorno alla morte di Alice Neri potrebbe chiudersi e diventare noto anche il movente dell’omocidio, ancora avvolto dal mistero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *