Capodanno in regione, feriti gravi a Parma e Modena

Alcune persone sono rimaste ferite in Emilia-Romagna da scoppi di petardi per Capodanno e i due casi più seri si sono verificati a Parma e Modena.

A Parma un 30enne era all’esterno di un locale per festeggiare assieme ad alcuni amici l’arrivo del 2023 quando è rimasto ferito al volto, in particolare a un occhio.

E’ ora ricoverato in condizioni serie al Maggiore di Parma. Sempre in provincia di Parma, a Medesano, per un altro incidente dovuto all’uso dei fuochi d’artificio, è rimasto ferito ad una mano un 52enne, finito in osservazione al pronto soccorso.
Tre le persone arrivate nei pronto soccorso della provincia di Modena per ferite da botti, in particolare al policlinico di Modena e a Carpi e Sassuolo. Si tratta, rispettivamente, di un 24enne straniero colpito da frammenti di petardo a un occhio e a una coscia, che verrà operato nelle prossime ore all’occhio sinistro; all’Ospedale civile un ferito lieve; a Carpi, invece, è stato trattato un 14enne ustionato lievemente alle mani da un petardo e già dimesso. A Sassuolo, infine, è arrivato da Frassinoro un paziente con ustione lieve alla mano. Anche a Bologna una persona è stata portata al Maggiore dall’ospedale di Bentivoglio, mentre in provincia di Reggio Emilia i carabinieri sono intervenuti per un uomo con lieve ferita a una gamba.
In provincia di Modena un lupo è stato investito e ucciso.
Secondo il centro di recupero fauna selvatica il Pettirosso si tratta di un animale, una femmina di circa un anno, spaventato dai botti: “Ecco una prima vittima, una giovane lupetta investita perché spaventata da quei botti che speriamo portino un pessimo 2023 a chi li fa… Tutto alquanto vergognoso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *