Serie A / LIVE / SASSUOLO-SAMPDORIA 1-2 (finale)

Finisce al Mapei con la vittoria della Sampdoria per 2-1. Ai neroverdi non basta il rigore trasformato da Berardi nella ripresa

Gioco fermo, Laudero infortunato a terra, pochi secondi alla fine, ci sarà un extra recupero, finale incandescente al Mapei. Audero, in uscita bassa su cross dalla destra, viene colpito alla nuca da Defrel
Sassuolo-Samp 1-2

Un minuto e mezzo alla fine, Sassuolo tutto in avanti, c’è anche Consigli. Audero esce in presa bassa anticipa un avversario

5′ di recupero

Un minuto e mezzo alla fine poi solo recupero al Mapei con la Samp avanti 2-1

41′ Esce Berardi entra Ceide, cambio anche nelle fila della Samp, fuori Verre entra Murillo

40′ Giallo per Rogerio per una trattenuta su Vieira

35′ Cambi nelle fila del Sassuolo, mister Dionisi gioca le ultime carte, fuori Pinamonti e Frattesi, dentro Alvarez e Defrel che farà la prima punta. Doppio cambio nella Samp: dentro Murru e Montevago per Amione e Lammers

30′ Tiro di Verre rasoterra, para Consigli

Cambi in arrivo in casa Samp, la squadra di Stankovic ha speso tanto. Doppio cambio nella Samp: dentro Murru e Montevago per Amione e Lammers

24′ Audero si oppone in tuffo alla conclusione di Laurienté

21′ Il Sassuolo rinfrancato dal gol di Berardi si butta nell’area di rigore del Sassuolo, tiro di Berardi, palla alta
Sassuolo-Samp 1-2

18′ Rigore dopo l’intervento del Var, falòlo sulla riga ai danni di Pinamonti, rigore Sassuolo. iL RIGORE battuto da Berardi con il sinistro, esecuzione perfewtta, niente da fare per Audero. 1-2 il Sassuolo torna in partita

15′ Ammonito Amione per fallo su Frattesi

12′ Laurientè mette in mezzo un buon pallone non ci arriva Berardi che in precedenza era andato al tiro, tocco con il gomito in area di un difensore blucerchiato, il Var dice che non c’è rigore
Sassuolo-Samp 0-2

9′ Conclusione di Berardi che colpisce il gomito di Nuytinck. Il check al Var stabilisce che non si tratta di calcio di rigore per il Sassuolo

3′ Traorè cerca Pinamonti in area, ma l’attaccante del Sassuolo non riesce a raggiungere il pallone.

1′ Si riparte al Mapei. Fischia Maresca, primo pallone toccato dalla Samp

Rientrano in campo le squadre al Mapei, il sassuolo sotto di due reti deve cambiare passo e faccia. Dentro Traorè, fuori Thorstvedt. I Gol nel primo tempo di Gabbiadini al 25′ e Augello al 28′.

Si va al riposo con la Samp avanti 2-0 sul Sassuolo con le reti segnate nel giro di tre minuti da Gabbiadini e Augello. Solo nel finale il Sassuolo ha provato a redersi pericoloso. La Samp ha concretizzato le occasioni create, il Sassuolo non ne ha avute, vantaggio più che meritato dei blucerchiati
Sassuolo-Samp 0-2
A risentirci per la ripresa

Meno di un minuto all’intervallo, il Sassuolo prova a reagire e mette la Samp sulla difensiva
1′ di recupero
0-2

43′ Amione di testa su punizione manda fuori

36′ Ancora la Samp vicina al terzo gol su cross basso dalla sinistra di Augello, non ci arriva Gabbiadini per la deviazione

Sassuolo sotto chock dopo l’uno-due di Gabbiadini e Augello, lo salva Consigli dal terzo gol al passivo con una grande parata su Gabbiadini. sinistro a giro di Gabbiadini con Consigli che si oppone in tuffo

27′ Tiro di sinistro di Augello, raddoppia la Samp. Thorstvedt perde il pallone a centrocampo con l’esterno della Samp che si invola e con il sinistro firma il raddoppio nel giro di due minuti

25′ Segna Gabbiadini, Samp in vantaggio. l’attaccante riceve il pallone di testa da Amione e con una rovesciata batte Consigli

22′ Berardi cerca l’imbucata per Frattesi, fermato e anticipato da Augello

20′ Lammers per Gabbiadini che da buona posizione non trova lo specchio della porta, prima occasione Samp

10′ Il Sassuolo fa la partita, la Sampdoria si difende con ordine e tranquillità, lascia poco spazio e si affida alla fisicità

8′ dialogo in area tra Berardi e Laurientè, palla deviata in corner da Nuytinck che si oppone con il corpo e mette in angolo

5′ Tiro di Berardi da fuori con il sinistro, palla alta

Tutto pronto, primo pallone toccato dal Sassuolo.
Squadre già in campo, minuto di raccogliemento per ricordare pelè da poco scomparso

Le parole di Dionisi nella conferenza alla vigilia
“Peccato per l’ultima settimana, se penso alle prime quindici partite, quando abbiamo peggiorato quanto di buono fatto in precedenza. Ora si riparte, recuperiamo tanti giocatori offensivi, avrò tanta scelta e questo la dice lunga: sono convinto che se riusciremo a trovare continuità riusciremo a essere ancora più offensivi. Dobbiamo esserlo”.
———
Le parole di Stankovic nella conferenza alla vigilia
“Inizia un nuovo campionato per noi Saranno 23 partite e 23 finali. Sono stati 50 giorni di grandissimo lavoro, dovevamo cambiare tante cose, a partire dalla mentalità: affrontare ogni avversario come se fosse l’ultimo e guardare a noi stessi, essendo sempre compatti, un gruppo. Ho visto buone cose e belle risposte, quella vera ce la darà soltanto il campo. La sosta è arrivata nel momento giusto, ci ha aiutato di sicuro Ci siamo preparati per lottare, dobbiamo essere molto più forti di prima di fronte alle difficoltà che arriveranno di sicuro”.

La formazione ufficiale della Sampdoria (3-4-1-2)
Audero; Bereszynski, Nuytinck, Amione; Leris, Veira, Rincon, Augello; Verre; Gabbiadini, Lammers. All. Stankovic
La formazione ufficiale del Sassuolo (4-3-3)
Consigli; Toljan, Tresoldi, Ferrari G., Rogerio; Frattesi, Matheus Henrique, Thorstvedt; Berardi, Pinamonti, Laurienté. All. Dionisi

Per Dionisi tridente con Berardi, Pinamonti e Laurentiè per provare a cominciare il 2023 con un successo
Stankovic lancia subito i nuovi acquisti Nuytinck e Lammers dal primo minuto

LE FORMAZIONI UFFICIALI

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Tresoldi, Ferrari G., Rogerio; Frattesi, Matheus Henrique, Thorstvedt; Berardi, Pinamonti, Laurienté. All. Dionisi

SAMPDORIA (3-4-1-2): Audero; Bereszynski, Nuytinck, Amione; Leris, Veira, Rincon, Augello; Verre; Gabbiadini, Lammers. All. Stankovic

Arbitro: Maresca di Napoli

Torna il campionato di serie A con tutte le incognite del caso dopo una sosta lunga oltre 50 giorni. Non era mai successo. Le sorprese e i rischi sono dietro l’angolo, come per ogni inizio. Il Sassuolo affronta il primo semestre del 2023 per provare a migliorarsi e per trovare quella continuità che nella prima parte di stagione è mancata. Mister Dionisi e l’a.g. Carnevali in questi giorni hanno chiesto alla squadra qualcosa di più, un salto di qualità che dovrebbero portare anche quei giocatori pronti al rientro e che sono mancati in parte nel girone d’andata. Oltre a Salernitana-Milan, Sassuolo-Sampdoria è l’altro lunch match di giornata è Sassuolo-Sampdoria, in programma al Mapei Stadium di Reggio Emilia alle 12,30. Tra le fila neroverdi, Dionisi recupera Berardi per schierarlo dal primo minuto, insieme al tandem Laurentié-Pinamonti. Tra i blucerchiati di Dejan Stankovic, invece, niente da fare per Sabiri e Pussetto. Djuricic, il grande ex di turno, è squalificato. Là davanti spazio a Gabbiadini e al giovane Montevago.

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Erlic, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Henrique, Traoré; Berardi, Pinamonti, Laurienté. All.: Dionisi.
SAMPDORIA (3-5-2): Audero; Bereszynski, Murillo, Amione; Leris, Rincon, Vieira, Augello; Montevago, Gabbiadini. All.: Stankovic.
Caputo ha già lasciato i blucerchiati, Djuricic invece è squalificato.

Quella di domani contro la Sampdoria doveva essere la partita del ritorno di due grandi ex al Mapei Stadium e invece, per motivi ben diversi, né Ciccio Caputo né Filip Djuricic saranno presenti per sfidare il loro passato neroverde. Ciccio ha già detto addio ai blucerchiati, destinazione Empoli, dopo aver collezionato con la Samp 55 presenze, 13 gol e 6 assist in una stagione e mezzo. Il bomber di Altamura aveva lasciato Sassuolo dopo sole due partite del campionato 2021/22, l’ultima giocata in maglia neroverde è stata proprio contro i liguri il 29 agosto 2021: Caputo è stato il centravanti più prolifico della storia del Sassuolo in Serie A, con ben 32 gol in 64 partite, a cui si vanno sommati 16 assist. Djuricic, invece, sarà assente per squalifica. Il trequartista serbo ha lasciato Sassuolo in estate, da svincolato, dopo 100 presenze, 14 gol e 12 assist.

QUI GENOVA
Dejan Stankovic vuole invertire la rotta, la sua Sampdoria deve per forza tirarsi fuori dalle cattive acque della bassa classifica, a cominciare dalla sfida di domani, mercoledì, al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia. «Inizia un nuovo campionato per noi – spiega nella prima conferenza del 2023 -. Saranno 23 partite e 23 finali. Sono stati 50 giorni di grandissimo lavoro, dovevamo cambiare tante cose, a partire dalla mentalità: affrontare ogni avversario come se fosse l’ultimo e guardare a noi stessi, essendo sempre compatti, un gruppo. Ho visto buone cose e belle risposte, quella vera ce la darà soltanto il campo».
Commenta per primo

Chance. «La sosta è arrivata nel momento giusto, ci ha aiutato di sicuro – prosegue il mister -. Ci siamo preparati per lottare, dobbiamo essere molto più forti di prima di fronte alle difficoltà che arriveranno di sicuro. Servono piedi per terra, cuore caldo e testa fredda. Il Sassuolo? È una squadra stabile, che fa un bel calcio da anni, con tante certezze. Noi ci giocheremo le nostre chance».

Lottare. «Non sarà l’ultima spiaggia – chiude Stankovic -, dobbiamo avere la convinzione di fare un primo passo per arrivare al traguardo. So che avremo la tifoseria sempre dietro di noi: i tifosi non molleranno un centimetro e noi dobbiamo prendere esempio da loro. Io ci credo e anche i ragazzi. Gli ultimi arrivati, Lammers e Nuytinck, sono pronti, hanno voglia di dimostrare il proprio valore e di sudare per la Sampdoria. Noi dobbiamo regalare continuità alla nostra gente, lottare con loro per rimanere in Serie A».

La sfida di mercoledi alle 12,30 tra Sassuolo e Sampdoria sarà diretta dall’arbitro Fabio Maresca di Napoli. A completare la “squadra” Pietro Dei Giudici di Latina e Damiano Margani di Latina come assistenti, oltre a Luca Zufferli di Udine come quarto uomo. Al VAR ci sarà Luigi Nasca di Bari coadiuvato da Giacomo Paganessi di Bergamo.Precedenti negativi quelli del Sassuolo con Maresca: solo una vittoria a fronte di 6 sconfitte e 3 pareggi. Il fischietto campano ha già diretto un Samp-Sassuolo disputato al Ferraris il 6 febbraio 2022 e finito 4-0 per i blucerchiati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *