Dionisi: “Bene, ma non siamo guariti»

Il mister neroverde frena il comprensibile entusiasmo: «Ottima prestazione, ma c’è da rimboccarsi le maniche». Pioli: «Dobbiamo reagire subito»

Dionisi. “Siamo stati bravi, è un bel segnale per il futuro, ma aspetto che lo dicano gli altri se è un risultato importante. Da domani dobbiamo dimenticare. Speravo di vincere, ma non con questo risultato, oggi ho visto la volontà, la corsa indietro che fa la differenza che permette di attaccare e di difendere con tutti. Non avrei mai creduto di vincere a Milano, io tengo ai punti più che a vincere in grandi stadi. Spero che queta vittoria ci dia autostima e continuità”. Ha ritrovato il Sassuolo? “Dopo Monza speravo di ripetere la partita, cerchiamo di essere propositivi, avevamo sbagliato un po’ di occasioni, oggi speravo di trovare la volontà e la dfeterminazione, speravo di avere una squadra centrata, con il Monza avevamo sprecato troppo, oggi ci siamo ripresi tutto con gli interessi. Io faccio fatica nel dire che questo è il Sassuolo, non possiamo festeggiare tanto, dobbiamo essere più umili rispetto a quello che abbiamo fatto fino ad oggi, noi non possiamo ragionare individualmente a lungo raggio, pensiamo partita per partita”. “Ripeto, non so se siamo questi, abbiamo perso o pareggiato partite per colpa dell’atteggiamento, oggi sono contento per i ragazzi, avevo già visto qualcosa nella partita scorsa, noi vogliamo essere migliori rispetto all’andata, speriamo di continuare per l’atteggiamento messo oggi e di fare meglio nella volontà e nella determinazione. Vorrei dire che sono molto orgoglioso di allenare il Sassuolo, dove i dirigenti ti danno la spinta e la voglia di andare avanti quando le cose non vanno bene”

Berardi, 11 gol segnati al Milan: “Giornata perfetta, lavoriamo duro in settimana e oggi abbiamo raccolto i frutti, abbiamo dato tutto, dobbiamo contnure su questa strada senza sbagliare l’approccio. Rigore a Laurientè? Ho visto che voleva segnare, gli ho ceduto il rigore, anche cosi si crea il gruppo. Una bandiera? Da 12 o 13 anni sono qui, non mi manca l’ambizione per giocare in stadi come questo, ma per ora penso al Sassuolo. I tre punti ci danno sicurezza in noi stessi, vincere qui è diufficile, siamo contenti, pensiamo all’Atalanta che è in salute e va forte”

Pioli. “Dopo la partita con la Roma le cose non funzionano più, dovrò lavorare su tante situazioni e in tante direzioni. Oggi nell’intervallo pensavo di poterla riprendere e di creare situazioni offensive, abbiamo preso subito il quarto gol e siamo andati k.o. Siamo in un momento difficile, non funziona più quello che ha funzionato negli ultimi due anni, dobbiamo restare compatti e lavorare con concentrazione. Il ritiro? Non so, ascolterò tutti e poi prenderemo le decisioni più giuste. Le ultime prestazioni non ci rendono felici, dobbiamo reagire, non smettiamo di credere nelle nostre capacità, mettiamoci lì con la testa e il cuore perchè abbiamo tanti impegni da onorare”. “Devo fare qualcosa, veniamo da tre settimane pesanti, oggi rientrando in campo speravamo di riprenderla ma è arrivata una disattenzione e il rigore. Il compito è mio di lavorare per cambiare le cose, so quali sono le nostre possibilità e credo che ci siano le possibilità per riprenderci, lavoreremo di più e se c’è da cambiare qualcosa lo faremo, Questa sconfitta ricorda quella di Bergamo, da dove poi siamo partiti per fare quello che abbiamo fatto. Lavoriamo per mettere in campo delle prestazioni mentali e tattiche migliori. Questo è sicuramente il momento più difficile da quando sono al Milan, lavorerò per cambiare le cose”

Giroud. “Momento difficile, dobbiamo restare uniti, cercheremo di dare tutto sul campo per i tifosi che meritano di più. In questo momento le cose non vanno per il verso giusto, dobbiamo lavorare di più, essere più concentrati specie sulle palle inattivi, adesso va tutto male, l’atteggiamento è giusto, ma non è sufficiente. In difesa siamo in difficoltà, dobbiamo aiutare di più i difensori ed essere più squadra. Abbiamo perso solidità che era la nostra forza lo scorso anno, non parlo delle assenze, tutti dobbiamo fare di più, rimanere uniti, speriamo di alzare il livello contro l’Inter e anche la Champions deve essere un nostro obiettivo. Sono orgoglioso del sostegno dei tifosi che oggi hanno capito le nostre difficoltà, dobbiamo dare tutto sul campo per reagire. ” Abbiamo il problema che siamo troppo passivi, io cerco di aiutare i miei compagni a fare il meglio, dobbiamo essere bravi a reagire nelle difficoltà, dobbiamo essere più concentrati, dobbiamo tutti insieme difendere meglio, fare pressing, migliorare nelle posizioni in campo”

Defrel. “Partita perfetta, già a Monza avevamo fatto bene, oggi è stato bellissimo, il voto? Mi dò sette. Le cose non andavano bene, siamo rimasti uniti e oggi è arrivata una grande vittoria. Dobbiamo continuare così perchè ci aspettano gare molto difficili. Siamo stati bravi a trovare la soluzione ai nostro problemi dentro lo spogliatoio e in allenamento. Quest’anno abbiamo cambiato tanto, la squadra è buona, se continuiamo così ci toglieremo delle soddisfazioni. Siamo una grande squadra, vogliamo arrivare nella parte destra della classifica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *