Rifondazione Carpi / Chiuso il bando. Lazzaretti il solo a partecipare. Si riparte dalla D

Alle 11.30 di questa mattina è scaduto il termine per presentare manifestazioni di interesse alla rifondazione del calcio a Carpi e il Comune – titolare dell’operazione così come previsto dalle norme della Figc – conferma di aver ricevuto una sola candidatura. In attesa di analizzare la documentazione nel pomeriggio odierno per poi dichiarare chiusa la procedura e ufficializzare il vincitore del bando nella mattinata di domani, l’ente pubblico ovviamente non si sbilancia sul nome dell’unico concorrente palesatosi. Ma è cosa nota che tutte le strade portino a Claudio Lazzaretti.

“Rinnovando il mio dispiacere per la situazione che si è venuta a creare con l’esclusione del Carpi Fc 1909 dalla LegaPro, da subito il mio impegno è stato quello di non disperdere la storia e la passione per il Carpi Calcio – dice il sindaco Alberto Bellelli in una nota – In accordo con la FIGC abbiamo aperto le manifestazioni d’interesse che si sono appena chiuse. L’iter ufficiale è previsto che si concluda domani mattina, perché oggi gli uffici controlleranno la correttezza della documentazione, e solo a quel punto potremo dichiarare chiusa la procedura. Credo però di poter dire con soddisfazione che il calcio di livello rimarrà nella nostra città. In modo completo è arrivata una sola manifestazione d’interesse”. Quella, appunto, di Lazzaretti. Che contestualmente lascerà la Correggese nelle mani del sindaco della cittadina reggiana Ilenia Malavasi, portando però con sé al Cabassi alcune figure dirigenziali e buona parte della squadra allenata dall’ex campione del mondo Simone Barone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *