Sassuolo, è big match con l’Inter. Dionisi: “Difficile, ma dobbiamo crederci” (video)

“Contro l’Inter non prendere gol sarà quasi impossibile – ha detto – ma noi lavoriamo per quel ‘quasi’.

Questa sera alle 20.45 al Mapei Stadium arrivano i nerazzurri di Inzaghi: la squadra di Dionisi cerca continuità dopo aver interrotto una serie negativa di tre sconfitte, ma servirà la partita perfetta. Lo sa anche Alessio Dioisi, che in conferenza stampa ha presentato il match con questa parole. “Contro l’Inter non prendere gol sarà quasi impossibile – ha detto – ma noi lavoriamo per quel ‘quasi’. Ci troveremo contro una squadra forte, sulla carta la più forte d’Italia, che viene dalla vittoria del campionato e da risultati importanti; non sappiamo che risultato riusciremo ad ottenere, ma se ci mettiamo la volontà che dobbiamo avere sempre, anche domani avremo le possibilità di vincere. Mi aspetto una partita difficile, ma credo che anche noi avremo delle occasioni, potremmo fare anche in alcuni momenti la partita, perché forse l’Inter potrebbe concedere alcune giocate, poi i loro valori sono straordinari. È la squadra più fisica tra quelle affrontate fino ad ora, sono solidi ed hanno giocatori forti, noi però dobbiamo essere sicuri di poter determinare il risultato finale, sperando che loro possano anche sbagliare qualcosa. Dobbiamo crederci, cercando di stupire, lottando fino alla fine, visto che il risultato può essere ribaltato anche negli ultimi istanti”.

Dionisi ha fatto un bilancio delle prime sei giornate. “Fino ad ora noi siamo stati migliori nelle prestazioni rispetto ai risultati ottenuti. Una squadra in classifica ha quello che si merita. Credo che, se continueremo così, tutto si compenserà, perché in un campionato emergono i valori reali e anche la classifica dirà il vero, ora però è troppo presto. Il Sassuolo è un club importante -a continuato – ma confermarsi è sempre più difficile, perché altre squadre si sono molto rinforzate; questa società ha fatto delle scelte, alcuni giocatori sono stati ceduti e sono stati sostituiti con ragazzi giovani che hanno qualità, ma che hanno bisogno di tempo; il tempo serve alla squadra affinché si amalgami ed allo staff tecnico affinché entri nella squadra. Nel cambiamento abbiamo ringiovanito, tolto un po’ di esperienza, inserito alcuni giocatori che in prospettiva saranno importanti, ma ad oggi lo sono meno di quelli che se ne sono andati”. L’attacco non ha concretizzato secondo le aspettative. “Potevamo segnare più reti, perché abbiamo giocatori bravi, però stiamo parlando sempre di una squadra che deve crescere e che è di prospettiva, quindi anche questo aspetto vi rientra. Le qualità offensive le abbiamo, ma dobbiamo tirarle fuori ancora di più; allo stesso tempo, serve più equilibrio di squadra, per essere più efficaci in fase difensiva e, se ci riusciremo, sarà merito di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.