Giornata internazionale contro la violenza sulle donne: le iniziative a Modena e provincia (Video)

IN CONSIGLIO PANCHINA ROSSA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Nella seduta di giovedì 25 novembre, in occasione della Giornata internazionale, iniziativa per ricordare le vittime e le loro storie. In discussione anche tre odg sul tema

Una panchina rossa al centro della sala consiliare, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, dalla quale il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, il presidente del Consiglio comunale Fabio Poggi e i nove capigruppo consiliari leggeranno le storie di alcune delle donne vittime della violenza maschile e lasceranno una rosa per commemorarle.

È l’iniziativa con la quale il Consiglio comunale di Modena, nella seduta di giovedì 25 novembre, a partire dalle 15, celebra la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, concludendola con la discussione di tre ordini del giorno sul tema. In particolare, gli ordini del giorno riguardano l’appoggio alla petizione dell’Udi per inserire nel Testo unico per la salute e la sicurezza sul lavoro un nuovo titolo dedicato alle molestie nei luoghi di lavoro e di studio (presentato da Pd, Sinistra per Modena, Europa verde-Verdi, Modena civica); l’invito ad apporre una targa in memoria delle donne vittime di femminicidio e a promuovere progetti di sensibilizzazione per contrastare la violenza (presentato da Sinistra per Modena e dai gruppi di maggioranza con il Movimento 5 stelle); l’invito a proseguire nelle azioni di prevenzione e contrasto alla violenza di genere (sottoscritto dai gruppi di maggioranza, M5s, Modena sociale).

L’assemblea è convocata nell’aula consiliare, come di consueto nel rispetto delle disposizioni sanitarie contro la diffusione del Coronavirus, ma con la possibilità per i consiglieri di partecipare alle attività da remoto, collegandosi in teleconferenza. I cittadini possono seguire in diretta streaming i lavori connettendosi al sito istituzionale dell’ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta consiliare proseguirà con la trattazione di due delibere finanziarie: la discussione della nona Variazione di bilancio e la ratifica dell’ottava.

All’ordine dei lavori, se il tempo lo consentirà, anche altri tre ordini del giorno: la realizzazione di un fondo per far superare alle donne la difficoltà economica come causa dell’interruzione di gravidanza (Lega Modena e Forza Italia); l’istituzione della giornata per la vita nascente (Fratelli d’Italia-Popolo della famiglia, Lega Modena, Forza Italia); il Pnrr per edilizia scolastica, finanziamenti agli asili nido e ai centri polifunzionali (proposto dal Pd).

LE INIZIATIVE
OGGI MERCOLEDI
mercoledì 24 novembre, alle 18, alla Casa delle donne di strada Vaciglio nord 6, la presentazione del volume “X” di Valentina Mira, con l’autrice e Vittorina Maestroni.
Nell’ambito della campagna permanente della Polizia di Stato “Questo non è amore”, nella mattinata di domani 25 novembre, in occasione della “Giornata internazionale contro la violenza di genere”, sarà allestito in piazza Mazzini a Modena un punto d’ascolto ed informazione con personale specializzato della Questura di Modena, presente la Divisione Anticrimine, coadiuvata dall’Associazione Casa delle Donne onlus e dal Centro “Liberiamoci dalla Violenza” della locale AUSL.(ARTICOLO A PARTE)

GIOVEDI
Giovedì 25 novembre, ore 10.00, “Insieme contro la violenza di genere”, l’evento online promosso dal Dipartimento Chirurgico, Medico, Odontoiatrico di Unimore con AUSL e Provveditorato agli Studi di Modena, coinvolgerà non soltanto studenti e studentesse delle classi delle scuole superiori e di Unimore, ma anche la cittadinanza in quanto verrà trasmessa in diretta sui canali social, con testimonianze sia di donne che hanno subito violenza sia di uomini che l’hanno agita, e la presentazione delle possibilità di aiuto esistenti a Modena per chi subisce violenza.

Lo scopo dell’iniziativa è in primis quello di far riflettere i giovani sulla violenza di genere, mostrando testimonianze dirette sia di vittime sia di persone con passato violento in via di riabilitazione.

Inoltre verrà illustrato tutto il percorso presente in città per chi fosse vittima di questo tipo di violenza. L’incontro vedrà anche la partecipazione del musicista Benjamin Mascolo. www.ausl.mo.it/violenza-genere-2021 ttps://us06web.zoom.us/j/82008792631?pwd=Kzd0MStndnZkS1VYVWVpKys1Nk9adz09

Alla Casa delle donne, alle 11, si presentano le attività delle associazioni che ne fanno parte; dalle 17.30, saranno online sulla pagina Facebook di ConfApi Emilia le videotestimonianze curate dal Gruppo donne imprenditrici, mentre sul sito di Peso specifico teatro, sarà disponibile il podcast “La chiave dell’ascensore” di Agota Kristoff. Sempre nel pomeriggio, anche il Consiglio comunale dedicherà una parte della seduta a una riflessione sulla ricorrenza.

IN PROVINCIA
Tante le iniziative anche in provincia, con incontri, camminate, flash mob a Castelnuovo Rangone e Castelfranco Emilia, a Bomporto mentre a San Felice Sul Panaro è previsto un approfondimento con psicologi, forze dell’ordine, avvocati e criminologi Panchine rosse ormai il simbolo contro il femminicidio sorgeranno in diversi comuni in piazza a Carpi, a Medolla, Campogalliano, Bastiglia, iniziative anche a Fiorano, Incontri e riflessioni sono previsti sia online che dal vivo a Modena. A partire dalle 9,30 in piazza Mazzini è in programma un momento di sensibilizzazione voluto dalla Questura di Modena e dedicato alla violenza sulle donne.

INIZIATIVE NELLA BASSA
Alle 16 anche a Medolla sarà inaugurata la panchina rossa e alle 18.30 sarà invece la volta di Cavezzo. Doppio appuntamento per Finale: alle 18, presso la palestra Hangar si potrà partecipare a lezioni gratuite di autodifesa con iscrizione al 338 3529873, mentre alle 21 il nuovo cinema Corso proietterà il film “Bella”. Domani si prosegue dalle 18.30 presso il nuovo cinema Corso di Finale dove verranno fatte letture e organizzate discussioni mediate, a fare da contorno la mostra fotografica “Prisoner mothers” di Carolina Paltrinieri. Sempre per le vie di Finale presso il negozio di sartoria sociale “Manigolde” verrà allestita un mostra di illustrazioni di Nicole Serra. Alle ore 21 appuntamento a San Possidonio, dove all’auditorium di via Focherini si svolgerà “Non chiamarmi amore”. Sabato, alle ore 21, presso l’auditorium Rita Levi Montalcini di Mirandola, interverrà scrittrice Michela Murgia, intervistata dalla giornalista Laura Solieri, sul libro “Stai zitta”. Appuntamenti conclusivi venerdì 3 dicembre nella Sala delle capriate di Concordia alle ore 21 con “Invisibile” e sabato 4 a San Prospero, alle ore 20.45, presso l’auditorium Volmer Fregni si terrà lo spettacolo “Tomato soap” mentre a Camposanto in sala Ariston verrà proiettata la commedia “Carmen”.

PROSSIMAMENTE
Lunedì 29 novembre 2021, ore 10.00, “Cristianesimo e violenza contro le donne”, l’evento organizzato dal Gruppo di Ricerca di Unimore “Generi e Religioni”, si terrà presso Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali (Largo Sant’Eufemia, 19) a Modena e da remoto su Teams.

I temi che saranno affrontati sono “Cristianesimo e violenza contro le donne. Scritture, simboli, dottrine” di Elizabeth E. Green, teologa e pastora dell’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia; “C’è un dominio maschile”? di Paola Cavallari, Presidente dell’Osservatorio interreligioso sulle violenze contro le donne. Il Canale Studi di Genere è nel Teams Eventi DSLC. Team Eventi DSLC

Inoltre, a conferma della attiva collaborazione con associazioni e enti presenti nel territorio, Unimore parteciperà il 6 dicembre 2021 ad un evento in videoconferenza dal titolo “Novità sulle discriminazioni e la violenza sulle donne: aspetti giuridici (famiglia, lavoro, immigrazione), psicologici e socio-culturali, penali, medico-legale, economici. come prevenire e proteggere” organizzato dalla Commissione Pari Opportunità del Comitato Unitario Permanente degli Ordini e dei Collegi Professionali della Provincia di Modena assieme ad altri enti e istituzioni del territorio.

E ancora, dal 25 novembre e fino al 10 dicembre le fontane di piazza Roma e di piazza Mazzini, insieme al nuovo Diurno, saranno illuminate di arancione, come simbolo di un futuro senza più violenza di genere. L’iniziativa è a cura di Soroptimist international club di Modena.

Il programma del mese di novembre di “Modena contro la violenza sulle donne” si completa con la lettura-spettacolo “La sposa bambina”, domenica 28 novembre a cura di Drama Teatro; la proiezione alla Sala Truffaut, il 29 novembre, del documentario “1991-2021: 30 anni di lotta contro la violenza” di Valentina Arena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.