Tesser: “Felici di essere lì a giocarcela, ma c’è ancora tanta strada da fare”

Il tecnico del Modena elogia la squadra la squadra per la prestazione (“in 20 ore abbiamo ricaricato le batterie, la squadra ha rischiato pochissimo”) ma non si esalta ed esorta tutti a rimanere con i piedi ben saldi a terra. “Pensiamo solo a noi e a fare bene, a Lucca ci aspetta un’altra battaglia”

Tesser: “Loro hanno avuto il pallino ma attaccando in massa non hanno creato pericoli, noi abbiamo avuto dei contropiede importanti in superiorità e ci siamo difesi con ordine, abbiamo un grande spirito, complimenti a Viali anche se il Cesena non ha creato pericoli. Noi siamo bravi in difesa, quando c’è da soffrire lo facciamo con ordine senza perdere la testa, anche quando siamo in inferiorità come a Reggio ci difendamo con ordine. La classifica? Non cambia nulla, sarà difficile a Lucca, andiamo con umiltà, ci sarà da soffrire per tutti, c’è da essere al meglio nella condizione, ci aspetta un cliclo di ferro, dovremo mantenere una concentrazione particolarmente alta. 7 punti in tre partite sono un ottimo bottino, con due trasferte e contro avversari di rango, dobbiamo vedere le cose buone e dove c’è da migliorare, siamo felici per essere lì, non per essere primi, manteniamo umiltà e voglia negli allenamenti. Prima del match ho richiamato i miei giocatori che dovevano recuperare a livello nervoso dopo Reggio, nelle ultime 20 ore abbiamo ricaricato le batterie e questa sera eravamo a posto altrimenti non avremmo vinto”.

Tesser: “E’ tutto bellissimo, fa piacere essere primi ma dopo la gioia di una notte da domani pensiamo alla prossima, partita tirata, aperta, merito al Cesena, le due difese hanno avuto sopravvento sugli attacchi, noi ci siamo difesi bene, abbiamo concesso poco, ottima fase difensiva, ma bravi tutti: La difesa a tre o a 5? solo a partita in corso, resteremo a 4. Sono contento di tutti, abbiamo avuto tanti infortuni ma non ci siamo mai demoralizzati, siamo riusciti a venire fuori dalle difficoltà con la voglia e la determinazione”

Viali: “Difficile raccontare le due partite con il Modena tra andata e ritorno, più di questo era difficile fare, potevamo giocare meglio negli ultimi 20 metri, non volevamo solo difenderci, siamo riusciti a fare la prestazione e la partita che avevamo preparato, ma con l’episodio del rigore non portiamo a casa nulla. Il Modena ha una bella cilindrata, abbiamo perso i duelli negli ultimi 20 metri ma anche le scelte. Il rigore? I discorsi sono sempre i soliti, chi lo subisce protesta e recrimina, il risultato non ci premia, però sono soddisfatto della prestazione. Il Modena ha un organico notevole, ha autostima, sa soffrire con serenità, sapendo che prima o poi l’episodio lo trova”

Viali: “Abbiamo fatto la partita senza difenderci, nella ripresa loro hanno abbassato il baricentro ed era difficile entrare, sui duelli sono pià forti loro, la prestazione c’è stata, di occasioni ne abbiamo avute tante, sono soddisfatto della prestazione dei miei, complimenti al Modena, abbiamo fatto la partita che volevamo, abbiamo concesso poco provando a fare la partita senza stare ad aspettare il Modena, merito anche degli avversari, abbiamo mosso la palla ma abbiamo finalizzato meno di quello che mi aspettavo. Con un certo tipo di modulo e secondo le nostre caratteristiche abbiamo avuto superiorità nel possesso palla ma non siamo riusciti a concretizzare”

Tommaso Silvestri: “Abbiamo affrontato una squadra forte con individualità e gioco, ma noi ci siamo difesi senza rischiare nulla, abbiamo difeso tutti, la squadra ha sicurezza, tutti hanno dato il contributo. Oggi ho affrontato la partita con tranquuillità, il mio reparto ha fatto bene con l’aiuto anche degli attaccanti. Dopo il pareggio della Reggiana sapevamo che c’era una grande occasione, abbiamo fatto quello che il mister voleva. Adesso c’è la Lucchese, ci lasciamo alle spalle il trittico difficile, noi abbiamo un’arma in più perchè tutti danno il contributo, specie quelli che arrivano dalla panchina. Sappiamo che non dobbiamo mollare di un centimetro, da domani pensiamo alla Lucchese, cerchiamo di portare a casa più punti possibili, i conti li faremo alla fine”.

Manuel Di Paola tornato in campo dall’inizio dopo un po’ di tempo. “Ho lavorato bene in allenamento e sono andato bene ma piu di tutto sono contento per la vittoria, quando entri cerchi di dare il contributo. Il Mdena ha un organico importante, lavoriamo tutte le settimane allo stesso modo, ci alleniamo e portiamo a casa i risultati con la grinta e la determinazione. Sappiamo quello che dobbiamo fare, non pensiamo agli altri, siamo concentrati su noi stessi, da domani penseremo alla Lucchese, andremo per fare risultato. Il girone di ritorno è più difficile, ogni campo nasconde delle insidie, dobbiamo andare forte in allenamento per essere pronti alla domenica, andremo a Lucca concentrati e decisi senza pensare agli altri risultati, solo a noi stessi. Rabitti ha parlato bene di me? Con lui facevo quassi l’attaccante. Adesso cerchiamo di ricaricare le pile, abbiamo speso energie nervose in queste ultime settimane, cerchiamo di recuperare e di allenarci con cura in vista di Lucca”

Di Paola: “Tesser ha speso parole per me? Fa piacere, è il mio lavoro, devo cercare di dare sempre il meglio, sono contento di essermi fatto trovare pronto, da domani lavorerò ancora di più per migliorarmi. Stasera si è vista la grinta e il carattere di questa squadra che lotta su ogni pallone, c’è unità di intenti, un gruppo che lavora e sta bene insieme, oggi è la vittoria del carattere, anche oggi non abbiamo mai mollato. Il risultato della Reggiana? Siamo abituati a guardare in casa nostra, sappiamo qual èml’obiettivo e siamo concentrati su noi stessi, guardiamo avanti e alle nostre cose, adesso pensiamo alla Lucchese, non è un campo facile. Sostituire Gerli? Ho sempre fatto quel ruolo, io sono amico di Gerli e sono convinto che lui sia contento quando faccio bene io. Il gol? Spero di farlo al più presto, ho voglia di segnare la prima rete. Siamo contenti del rapporto con il pubblico, anche stasera ci ha dato la spinta per non mollare, dal campo si sente, abbiamo creato qualcosa di bello,speriamo di festeggiare tutti assieme alla fine. La classifica? Nessuno la guarda, non ha senso, non abbiamo ancora fatto nulla, c’è ancora tanto da fare per arrivare all’obiettivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.