In Consiglio Comunale si discute dei costi dell’energia

Nella seduta di giovedì 10 febbraio alcune mozioni incentrate anche sulle misure per contrastare il “caro bollette”. I cittadini possono seguire in streaming i lavori

I costi dell’energia sono al centro della seduta di giovedì 10 febbraio del Consiglio comunale di Modena, con alcune mozioni dedicate a questo tema attuale anche in relazione alle misure sviluppate per contrastare il “caro bollette”. La seduta è convocata nell’aula consiliare, nel rispetto delle disposizioni sanitarie contro la diffusione del Coronavirus, ma con la possibilità per i consiglieri di partecipare alle attività pure da remoto, collegandosi in teleconferenza. I cittadini possono seguire in diretta streaming i lavori connettendosi al sito istituzionale dell’ente (www.comune.modena.it/il-governo-della-citta).

La seduta inizia alle 15 con la trattazione di quattro interrogazioni incentrate sull’attività dell’azienda di servizi alla persona, per i minori, “Patronato dei figli del popolo e Fondazione San Paolo e San Geminiano” (proposta dal Pd); su eventuali rapporti dei Servizi sociali modenesi col Centro studi torinese “Hansel e Gretel” in relazione all’affidamento di minori (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia e Forza Italia); sulla proposta di collocare un targa commemorativa degli Estensi sulla facciata del Palazzo ducale e di valorizzare la storia della città (Movimento 5 stelle); sul progetto “Palestriamo – Novi” per una palestra a cielo aperto (Fratelli d’Italia – Popolo della famiglia).

Dopo l’appello, alle 16, l’Assemblea ha in programma la discussione di 11 ordini del giorno, a partire dalle cinque mozioni sugli argomenti dei rincari per famiglie e imprese dell’energia elettrica e del gas presentate da Forza Italia (due distinti documenti); Movimento 5 stelle; Lega Modena; Pd, Sinistra per Modena, Modena civica ed Europa verde – Verdi. Gli altri ordini del giorno riguardano la Giornata della memoria 2022 (Pd, Sinistra per Modena, Europa verde – Verdi e Modena civica); la sicurezza sul lavoro e la tutela dei lavoratori (Modena sociale); la solidarietà e il sostegno alla popolazione di Cuba (due distinte mozioni presentate da Pd e da Forza Italia); il ripristino, non solo estetico e conservativo ma anche funzionale, della fontana della Fanciullina con canestro di frutta (Lega Modena e Modena sociale); il sostegno al trattato sulla proibizione delle armi nucleari (Sinistra per Modena, Europa verde-Verdi e Modena civica).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.