La Polizia controlla le zone di degrado della città

105 persone identificate, 26 automezzi fermati, un 34enne irregolare sul territorio inviato al centro per i rimpatri di Bari.

Proseguono in città i controlli rafforzati anticrimine finalizzati alla prevenzione e al contrasto dei reati predatori, dello spaccio di sostanze stupefacenti e dell’immigrazione clandestina.

Ieri pomeriggio, si è trattato anche di un servizio c.d. di “prossimità”, nel corso del quale oltre all’attività di controllo, gli operatori hanno preso contatti diretti con residenti, commercianti e fruitori delle aree verdi per raccogliere istanze e segnalazioni in merito a situazioni di degrado e insicurezza percepita al fine di predisporre azioni mirate concrete, migliorare la vivibilità dei quartieri ed instaurare un rapporto di fiducia e collaborazione tra cittadini e Forze dell’ordine.

Le zone principalmente interessate dall’attività sono state quelle del Novi Sad, di via Gramsci e parco XXII Aprile, dove sono stati effettuati capillari pattugliamenti appiedati.

L’attività, coordinata dal Dirigente dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, è stata svolta dalla Squadra Volante con il rinforzo del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato e l’ausilio di una unità cinofila antidroga della Guardia di Finanza.

Un cittadino straniero di 45 anni è stato denunciato in stato di libertà per resistenza a P.U., inosservanza delle norme sugli stranieri e ubriachezza molesta a seguito di intervento della Squadra Volante in via Fabriani dove l’uomo infastidiva i passanti.

Sono state 105 le persone identificate e 26 gli automezzi controllati, anche con la predisposizione di posti di controllo “ad hoc” per monitorare i flussi veicolari in ingresso ed uscita dalla città. Effettuate verifiche, estese agli avventori, anche presso cinque esercizi pubblici, bar e sale slot, senza rilevare irregolarità.

Stamattina, un cittadino straniero di 34 anni, fermato dalle Volanti il 16 maggio scorso per un controllo in via Emilia Ovest e risultato irregolare sul territorio nazionale, è stato accompagnato presso il Centro per i Rimpatri di Bari, su trattenimento del Questore di Modena, per la sua definitiva espulsione dal TN.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.