Master Festival, Fratellanza trionfa tra gli uomini ed è terza al femminile

Bellissima giornata di sole, ma temperature da piena estate hanno accolto gli atleti Over 35 che hanno festeggiato la giornata del 2 giugno gareggiando al Campo Comunale di Modena nella nuova manifestazione denominata Master Festival – Trofeo Bper Banca. Il meeting, aperto agli atleti di tutta Italia, metteva in competizione principalmente le società dell’Emilia Romagna in quanto sarà valido assieme alla fase regionale dei Campionati di Società e al Pentathlon Lanci di fine mese a Faenza per la classifica finale che assegnerà il Trofeo Regionale di società Master per il 2022.

Le classifiche

Tanti gli atleti che in mattinata e nel primo pomeriggio si sono sfidati nelle 13 gare maschili e femminili che componevano il programma oltre alla staffetta svedese, con frazioni di diversa lunghezza vale a dire 100, 200, 300 e 400 metri, che ha concluso la giornata. A determinare la classifica di giornata i migliori dieci punteggi ottenuti in almeno otto gare diverse da ogni rappresentativa ed anche le classifiche individuali di ogni gara non hanno premiato i migliori Master per categoria, ma sempre per il punteggio scaturito dal tempo o misura realizzati da ogni atleta parametrati con la propria età in base alle tabelle della Federazione. Con questo regolamento la Fratellanza si è aggiudicata il successo nella graduatoria maschile con 989 punti, mentre al femminile ha chiuso al terzo posto in una volata davvero avvincente che ha visto trionfare Atletica Santamonica Misano con 974,5 punti davanti all’Atletica Insieme Verona con 972,5 e alle gialloblù con 970.

Le gare

Per quanto riguarda i singoli risultati, ovviamente, sono state tante le prestazioni degne di nota in casa Fratellanza. Il velocista Andrea Portalatini ha stampato un ottimo tempo di 11”40 nei 100 piani che gli è fruttato la terza piazza con 954 punti. Nei 200 ostacoli Maurizio Pelloni in 28”06 è il più veloce, ma è secondo ai punti conquistandone 821 contro gli 826 del SM55 in forza all’Atletica Pistoia Renzo Romano. Sul podio anche Alessandro Bianchi negli 800 con 2’02”07 che è il secondo crono, ma gli frutta il terzo punteggio ovvero 904. Secondo nei 3000 la new entry modenese ovvero Maurizio Cavazzoni con 10’49”50 e 692 punti. A chiudere il programma delle corse il secondo posto anche per Samuele Calò nella marcia che ha realizzato 847 punti chiudendo davanti a tutti in 15’07”97. Infine la staffetta svedese con il successo del quartetto gialloblù composto da Francesco Di Leonardo, Riccardo De Luca, Gianmattia Guglielmini e Alessandro Bianchi che ha chiuso davanti a tutti sia cronometricamente in 2’09”65 che ai punti con 920.
Spostandosi sulle pedane da segnalare il successo di Arrigo Ghi che dopo aver valicato i 2,80 metri per 1047 punti totali non è riuscito a trovare la zampata ai 3 metri. Nel disco i 45,39 metri di Ugo Coppi nel disco valgono il successo sia come misura che come punteggio con 980, mentre è gara serrata nel giavellotto con Tarcisio Venturi che lancia a 35,29 metri ed è secondo per soli 12 punti dietro al cubano Juan Serrano Labarrera che, però, ha dovuto lanciare a 48,86 metri visti i quasi vent’anni di differenza e, quindi, diverse categorie.

Al femminile le prove più importanti a partire dalle corse sono state quella di Angela Pachioli sugli 800, che con 3’00”91 ha stabilito il nuovo record italiano SF65 portando a casa anche 967 punti. Nelle pedane notevole doppietta nel peso dove Simona Barchetti ha battuto Valentina Montemaggiori rispettivamente con le migliori misure a 11,53 e 11,07 metri, ma anche i migliori punteggi di 1004 e 970 punti. Per la Barchetti c’è anche il secondo posto nel disco con 30,01 metri e 752 punti. Nel salto triplo, invece, è terza Roberta Anderlini con 7,63 metri e 448 punti. Fuori dai podi, ma con punteggi buoni anche Stefania Cavalieri nei 100 piani con 749 punti, Paola Bassano nei 400 piani con 803, Anna Maria Previdi negli 800 con 783.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.