Mirandola exit / Le reazioni / Calciolari: “L’uscita non ci sorprende”

il presidente Ucman: “evitare contraccolpi negativi”

In seguito al pronunciamento del Consiglio di Stato, che sancisce di fatto l’uscita del Comune di Mirandola dall’Unione dei Comuni Modenesi Area Nord (Ucman), arriva il commento, a nome della Giunta Ucman, da parte del presidente dell’Unione Alberto Calciolari:

“L’uscita di Mirandola dall’Unione comunale era una delle possibilità che avevamo considerato, quindi non ci sorprende più di tanto – dichiara a nome della Giunta il presidente dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord, Alberto Calciolari – e per questo la macchina amministrativa degli otto comuni che rimangono non si fermerà di certo. È dovere di tutti evitare che ci siano contraccolpi negativi a discapito della gestione dei servizi dell’Unione, con l’obiettivo di evitare disservizi ai cittadini. Da tempo l’Unione vede un importante rinnovamento e una riorganizzazione del personale, con ottimi professionisti. Proprio con loro, e con il supporto dei legali che ci hanno accompagnato in questo percorso giudiziario, attueremo una ricognizione dei vari servizi che, da una prima lettura della decisione del Consiglio di Stato, rimarranno comunque sotto la gestione dell’Unione comunale. Verificheremo l’impatto del nuovo assetto, tra cui il fatto che Mirandola non avrà più rappresentanti negli organi dell’Unione, in Consiglio e nella Giunta, pur se questi organi continueranno a gestire alcuni servizi mirandolesi. Sono certo che ci sarà la maturità necessaria a gestire questa anomalia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.