Summer School sull’Europa al via tra guerra e Pnrr

Giovedì 1 settembre, con l’intervento dell’ambasciatore Vimont, parte il corso intitolato a Imbeni, aperto al pubblico, sull’Unione europea e le sue prospettive

La guerra nel cuore dell’Europa, con l’analisi degli impatti effettivi delle sanzioni alla Russia o le riflessioni sul futuro della difesa; la sfida della transizione digitale; gli strumenti e le prospettive per affrontare la questione dell’immigrazione, con attenzione allo strumento dell’asilo; l’analisi sull’efficacia della strategia Next Generation Ue e del Piano nazionale di ripresa e resilienza per la trasformazione delle nostre comunità, soprattutto in campo sanitario.

Si sviluppa attorno a questi argomenti di assoluta attualità la settima edizione della Summer School Renzo Imbeni, il corso di formazione avanzata sull’Unione europea promosso dal Comune di Modena, in partnership con l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, con la Fondazione Collegio San Carlo e con il sostegno della Fondazione di Modena, che prende il via giovedì 1 settembre per poi continuare, con una dozzina di appuntamenti aperti al pubblico e oltre 40 relatori, fino a martedì 6 settembre.

I temi dell’iniziativa sono riassunti dal titolo “Un’Unione politica, un mondo nuovo. Un’Europa che protegge e innova” e nella prima giornata, dopo la cerimonia inaugurale del mattino (dalle 9, con i saluti istituzionali e la presentazione del corso), alle 15 interviene l’ambasciatore di Francia Pierre Vimont (docente alla Columbia University e primo Segretario generale esecutivo del Servizio europeo per l’azione esterna) con una lezione magistrale: “Verso l’autonomia strategica dell’Unione europea”.

Gli incontri si svolgono nella sede della Fondazione del Collegio San Carlo, in via San Carlo 5 a Modena. Gli interventi sono affidati a figure accademiche di alto profilo, con il coinvolgimento anche di referenti politici e istituzionali, think tank europei ed esponenti della società civile, “a garanzia – come spiegano i promotori – di una combinazione armonica tra i fondamenti teorici e le applicazioni pratiche”. Tra i relatori ci sono: Nona Mikhelidze (Head of Eastern Europe and Eurasia Program presso IAI-Istituto Affari Internazionali), Francesco Giumelli (Università di Groningen in Olanda), Fernando Gentilini (Servizio europea per l’azione esterna, Principal advisor della cotituenda Accademia diplomatica europea), Antonio Missiroli Sciences Po-Parigi e The Johns Hopkins University, SAIS Europe-Bologna), Luigi Soreca (inviato speciale per la migrazione esterna al Servizio europeo per l’azione esterna Seae), Luca Jahier (Comitato economico e sociale, vicepresidente del gruppo Semestre europeo, presidente del Cese 2018-2020), Ewelina Jelenkowska-Lucà (Commissione europea, Direzione generale Communications Networks, Content & Tecnology)

Tra i 30 allievi selezionati per il corso, due avranno l’opportunità di un tirocinio di sei mesi al Parlamento europeo di Bruxelles, con una borsa di studio da 5 mila euro.

Nella cerimonia inaugurale intervengono il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, il rettore di Unimore Carlo Adolfo Porro, il presidente di Fondazione di Modena Paolo Cavicchioli. Dopo la presentazione del corso da parte del direttore scientifico Marco Gestri, è la volta di Massimo Gaudina, direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea; di Carlo Corazza, direttore dell’Ufficio del Parlamento europeo in Italia; del presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini. Presiede il presidente della Fondazione Collegio San Carlo Giuliano Albarani.

La Summer School è intitolata al modenese Renzo Imbeni, vice presidente del Parlamento europeo per dieci anni, tra il 1994 e il 2004, e al termine della cerimonia inaugurale è previsto un suo ricordo da parte della figlia Valentina.

All’iniziativa collaborano l’Istituto Affari Internazionali, il Consiglio italiano del Movimento europeo, il Centro Studi sul Federalismo, il Centro Europe Direct Modena, i dipartimenti di Unimore di Economia, di Studi linguistici e culturali, di Giurisprudenza e il Centro documentazione e ricerche sull’Unione europea. Anche per questa edizione è stato ottenuto l’alto patrocinio del Parlamento europeo e il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, della Regione Emilia-Romagna e del ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale. Media partner Trc e Radio Fsc-Unimore. Per informazioni: www.comune.modena.it/summer-school.


(Pierre VIMONT, Ambasciatore francese per gli Stati Uniti)
)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.