Allenamento congiunto, vince Trentino 3-0

Continua la preparazione di Modena Volley che ha svolto questo pomeriggio a Trento un allenamento congiunto con la squadra di Coach Lorenzetti.
L’Assistant Coach Sebastian Carotti è partito con il sestetto formato da Salsi e Sala in diagonale principale, Rinaldi e Brondolo in posto 4, al centro Stankovic e Sanguinetti con Gollini libero.
Il prossimo allenamento congiunto sarà venerdì prossimo al PalaPanini sempre con Trento.

Itas Trentino-Modena Volley 3-0
(25-21, 25-23, 25-19)
ITAS TRENTINO: Berger 1, Džavoronok 14, Kaziyski 11, D’Heer 8, Depalma 1, Cavuto 13, Pace (L); Nelli 4, Dell’Osso 1, Brignach. N.e. Bernardis. All. Angelo Lorenzetti.
MODENA VOLLEY: Brondolo , Stankovic 4, Salsi, Rinaldi 13, Sanguinetti 11, Sala 12, Gollini (L) Malavasi, Bossi 5, Rossini (L). N.e. Pope, Dosanjh, Pauli, Menabue e Tauletta. All. Sebastian Carotti.
DURATA SET: 20’, 20’, 23’; tot. 1h e 3’.
NOTE: 150 spettatori circa. Itas Trentino: 5 muri, 9 ace, 14 errori in battuta, 4 errori azione, 57% in attacco, 55% (28%) in ricezione. Modena Volley: 5 muri, 3 ace, 17 errori in battuta, 5 errori azione, 54% in attacco, 45% (10%) in ricezione.

Dopo i quattro set giocati a Belluno la sera prima, l’Itas Trentino ne ha messi nelle gambe altrettanti nell’allenamento congiunto con Modena svolto questo pomeriggio alla BLM Group Arena.
La quinta settimana di preparazione pre-campionato per i gialloblù si è quindi chiusa con una sgambata sostenuta di fronte ad oltre centocinquanta tifosi e con ulteriori indicazioni utili per il proseguo del lavoro in vista dell’inizio ufficiale della stagione. Il 4-0 ottenuto oggi contro la compagine emiliana (dopo la normale partita chiusa già sul 3-0 si è giocato un ulteriore parziale vinto sempre da Trento) nel primo di tre confronti delle prossime due settimane (si replicherà il 16 a Modena e poi anche il 24 a Biella in occasione del quadrangolare “Volley sotto il Mucrone”) ha visto la squadra di Lorenzetti essere più brillante e maggiormente coesa rispetto al test del giorno prima in Veneto. In particolare, è cresciuta l’intesa fra Depalma e tutti i suoi attaccanti, come dimostrano il 57% di squadra in attacco e le percentuali dei singoli martelli di palla alta: Kaziyski 64% (11 punti), Džavoronok 48% (14 punti totali con tre muri e un ace) e Cavuto (65%). Dall’altra parte della rete gli emiliani, in formazione ancora più rimaneggiata dei locali, hanno lottato punto a punto nei primi due set, perdendo più contatto nel terzo e quarto periodo (concluso 25-20).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.