Live / Torino-Sassuolo 0-1 (finale)

ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

Finisce qui. Torino-Sassuolo 0-1, rete di Alvarez al 93′. Il Sassuolo in classifica sale a nove punti, il Torino rimane fermo a dieci, i neroverdi con un debuttante sbancano il Grande Torino a due dalla fine dopo una gara giocata con intelligenza, senza rischiare troppo e senza farsi sovrastare dal ritmo del Toro, che ha smesso di credere nella vittoria troppo presto; il Sassuolo invece ha avuto un buon finale e avrebbe anche potuto segnare con qualche minuto di anticipo viste le occasioni.

48′ Alvarez su cross di Rogerio porta in vantaggio il Sassuolo, entrato da 5′ al posto di Pinamonti, primo gol in serie A

45’+3′: 3′ di recupero

44′ Milinkovic-Savic sbroglia una difficile situazione

43′ Ci prova Alvarez. Uno dei rari tentativi della ripresa del Sassuolo arriva con il neo entrato Alvarez che si libera sul destro ma calcia oltre la traversa

40′ Esce Pinamonti entra Alvarez

39′ Non cambia la situazione all’Olimpico di Torino. Squadre un po’ stanche, il Sassuolo controlla e chiude gli spazi

32′ Entra Zima, esce Dijdij

30′ Non si sblocca la gara tra Torino e Sassuolo, gara equilibrata, manca la giocata di classe, qualcuno che inventi

22′ Ammonito Maxime Lopez per fallo su Linetti

20′ Cambi anche per il Sassuolo. Escono Harroui e D’Andrea, entrano Thorstvedt e Ceide

13′ Escono Seck e Lazaro, entrano Sanabria e Ola Aina

12’Ammonito Singo

10′ Il giovane D’andrea si mette in evidenza, ripartenza e tiro rasoterra, para Milinkovic-Savic

1′. Sono partiti

Rientrano in campo per disputare la ripresa. Non ci sono cambi, stessi 22, calcio d’avvio per il Toro in maglia granata

SECONDO TEMPO

Finisce il primo tempo al Grande Torino, 0-0 tra Torino e Sassuolo. Gara piuttosto bloccata per la prima mezz’ora. Nell’ultimo quarto d’ora si creano gli spazi. Il VAR annulla un gol a Lazaro per una posizione irregolare di Vlasic in partenza. Milinkovic Savic compie un grande intervento su Frattesi e nel finale Vlasic spreca una buona opportunità e si fa chiudere la conclusione in angolo

46′ Occasione per il Torino con Vlasic, salva tutto Ayan. Vlasic che approfitta di un errore di Ferrari ma poi non riesce a calciare celermente e si fa respingere la conclusione

45’+1′. 2′ di recupero

44′ Pochi secondo alla fine poi solo recupero

43′ Frattesi al tiro a botta sicura, Milinkovic-Savic respinge sulla linea e resta anche infortunato

Lazaro al 37′ segna il gol del vantaggio del Torino, ma c’è una posizione di fuorigioco e dopo il consulto del Var il gol viene annullato per un fuorigioco in partenza di Vlasic. Si resta 0-0

27′ Il Sassuolo prova a rendersi pericoloso in contropiede con D’Andrea e con Pinamonti che va al tiro.

21′ Frattesi parte palla al piede, poi effettua un colpo di tacco che non serve nessun compagno e l’azione sfuma

15′ E’ il Torino che adesso fa la partita, tiro di sek, para Consigli

15′ il Torino attacca, il Sassuolo prova a difendersi con ordine

9′ Prima ammonizione della partita con Bongiorno per fallo su Frattesi

7′ Prova a spingere il Torino e lo fa con Lazaro da destra, il tentativo di cross viene respinto in calcio d’angolo

3′ Lukic su punizione sbatte contro la barriera del Sassuolo

I due dirigenti alla vigilia del match

Vagnati, Torino: “Seck titolare? “Secondo me abbiamo delle risorse importanti, il mister ha valutato che questa potrebbe essere la soluzione migliore in questo momento anche in base all’avversario che affrontiamo”.

Carnevali, Sassuolo: “La partita è importante come tutte le altre, dobbiamo cercare di portare a casa qualche punto. Abbiamo delle difficoltà in questo momento, affrontiamo una squadra forte e organizzata, ma dobbiamo cercare di fare del nostro meglio”

1′ E’ cominciata Torino-Sassuolo

Partiti

Le squadre entrano sul terreno di gioco tra poco si comincia

CHI GIOCA

Juric deve fare i conti con le assenze di Rodriguez e Vojvoda: in campo Schuurs e Singo. Dionisi lancia dal 1′ il classe 2004 D’Andrea. D’Andrea che fa il suo esordio in Serie A dopo alcune panchine. A centrocampo c’è Harroui, in difesa sulla sinistra gioca Rogerio. oltre al Miranchuk ancora out, Juric deve fare i conti con le assenze dell’ultim’ora di Vojvoda e Rodriguez, in campo Singo e Schuurs, Radonjic regolarmente in campo

Ecco le scelte ufficiali di Juric e Dionisi per Torino-Sassuolo:

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Dijdij, Schuurs, Buongiorno; Singo, Linetty, Lukic, Lazaro; Radonjic, Vlasic; Seck. All. Juric

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Ayhan, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Maxime Lopez, Harroui; Laurientè, Pinamonti, D’Andrea. All. Dionisi

Arbitro: Baroni di Firenze

Il Torino ha perso soltanto tre delle 18 partite di Serie A contro il Sassuolo, la più recente il 18 gennaio 2020 – completano il bilancio sette pareggi e otto successi per i granata, che in questa sfida vanno in gol da 11 incontri consecutivi.

Dopo la sconfitta casalinga contro l’Udinese i noverdi fanno visita al Torino: trasferta difficile, formazione rimaneggiata, ma Dionisi resta fiducioso. Torino-Sassuolo, match valido per la settima giornata di Serie A 2022/23, si giocherà allo stadio Olimpico Grande Torino sabato 17 settembre alle ore 20:45. Di fronte la squadra di Juric e quella di Dionisi. Il Torino ha perso soltanto tre delle 18 partite di Serie A contro il Sassuolo, la più recente il 18 gennaio 2020 – completano il bilancio sette pareggi e otto successi per i granata, che in questa sfida vanno in gol da 11 incontri consecutivi.

Alessio Dionisi è intervenuto in conferenza stampa per presentare la partita di domani sera contro il Torino. L’allenatore del Sassuolo ha risposto alle domande dei giornalisti alla vigilia di questo match in casa dei granata. Di seguito tutte le parole rilasciate da Dionisi sulla partita.

Il Torino sta facendo bene: che avversario ti aspetti?

“Sarà una partita difficile perché il Torino ha fatto un campionato molto positivo l’anno scorso, ce la siamo giocata arrivando a pari punti, abbiamo fatto bene entrambi. Il Torino è ripartito da quello, gli inserimenti credo siano stati molto all’altezza, hanno messo dentro giocatori forti e i risultati parlano chiaro. Poi ci siamo noi. Sappiamo che l’anno scorso è stato difficile, l’idea di gioco del Toro può metterci in difficoltà ma lavoriamo per ottenere un risultato positivo”.

Come si riparte dopo il ko con l’Udinese?

“Come sempre, si cerca di mettere da parte la partita precedente prendendo pro e contro, ci sono stati dei pro nel primo tempo, dei contro dopo l’episodio sfortunato e negativo, e ci si allena per la prossima, c’è sempre una riprova successiva e per noi è quella di domani”.

L’emergenza infortunati quanto complica il tuo lavoro?

“È un peccato non avere tutti gli effettivi, credo sia un problema di tutte le squadre. Poi si giocano partite ravvicinate, ci sta non avere alcuni a disposizione. Purtroppo abbiamo tante defezioni in avanti ma ho possibilità di scelta e questo vuol dire che i giocatori ci sono. Sappiamo chi si è fatto male per un infortunio traumatico, conosciamo le tempistiche, sui muscolari dobbiamo vedere giorno dopo giorno, ma parliamo di chi c’è e pensiamo al Torino. Erlic non è recuperato come il resto degli indisponibili per la sfida di domenica scorsa”.

Chi sono i leader di questa squadra?

“Si dovrebbe chiedere ai giocatori. Ci sono leader tecnici, per esperienza, per personalità. I più grandi è normale che siano dei leader come Consigli, Pegolo e Ferrari. I leader tecnici sono Berardi e Lopez, poi si stanno formando altri caratteri, anche Obiang”.

È soddisfatto del gioco e della proposta offensiva della squadra?

“Non capisco se sia provocatoria o no. Io sono soddisfatto, abbiamo avuto delle defezioni, ora è presto per tirare una riga. È normale che un allenatore faccia un’analisi da dove si è partiti, io lo so, forse qualcuno non se lo ricorda, dobbiamo stare tranquilli, sereni, mettendo tutto sulla gara di domani, penso anche che con tutti gli effettivi avremmo avuto delle difficoltà ma sono convinto che faremo la nostra partita e li metteremo sicuramente in difficoltà”.

Questo Sassuolo può diventare più forte del Sassuolo dell’anno scorso?

“È un altro Sassuolo. Io ho un’idea su quello che possiamo diventare, è normale che dobbiamo essere tutti, i risultati danno autostima e consapevolezza, siamo una squadra poco esperta in alcuni effettivi, possiamo emulare e migliorare quanto fatto l’anno scorso, non siamo quelli che hanno finito lo scorso campionato, potremo diventare migliori, ci vuole lavoro, tempo e poche chiacchiere, pochi atteggiamenti negativi”.

CHI GIOCA

Niente da fare per gli infortunati del Sassuolo. Per la trasferta di Torino di sabato sera restano tutti in infermeria e a questi si aggiunge lo squalificato Ruan Tressoldi. Per Dionisi le scelte saranno obbligate. Oltre a Consigli in porta, infatti, Ferrari guiderà il reparto arretrato e accanto a lui ci sarà Ayhan, visto che Erlic è ancora fermo ai box per problemi muscolari. Come terzini, spazio a Toljan e Rogerio, anche perché Kyriakopoulos verrà quasi certamente confermato come esterno alto di sinistra, in un attacco a tre con Pinamonti al centro e Laurienté a destra. Solo a centrocampo ci sono alcune possibilità in più: se Maxime Lopez sarà ovviamente in cabina di regia, anche Frattesi sarà regolarmente in campo, dato che ha recuperato dal colpo al costato ricevuto durante il match contro l’Udinese. Per il terzo posto in mediana rimangono in ballottaggio Matheus Henrique e Thorstvedt, con il primo leggermente in vantaggio sul secondo. Dalla panchina, Ceide, Alvarez e Antiste potrebbero essere utili a partita in corso.Ha molti meno problemi di formazione mister Juric, che deve rinunciare ai soli Berisha, Karamoh e Miranchuk, con Ricci ancora non al top. I granata confermano il loro 3-4-2-1, affidandosi in difesa ancora a Buongiorno e Rodriguez, mentre Schuurs è in vantaggio su Djidji. Il centrocampo di qualità sarà guidato da Linetty e Lukic, con Singo e Vojvoda sugli esterni; in attacco, il centravanti sarà Sanabria, che verrà sostenuto da Radonjic e Vlasic.

QUI TORINO

Juric torna in panchina dopo la polmonite e i due forfait con Lecce e Inter, contro il Sassuolo di rilanciare dal primo minuto Radonjic e di affiancarlo a Vlasic alle spalle di uno tra Sanabria e Pellegri. Solito ballottaggio anche in difesa, con Schuurs e Buongiorno a giocarsi il posto tra Djidji e Rodriguez, mentre sulle fasce torna Singo: l’ivoriano sfida Lazaro, sull’out di sinistra c’è Vojvoda a partire in vantaggio su Aina. Poche scelte, invece, in mediana, con la coppia obbligata Lukic-Linetty: Ricci rientrerà dopo la pausa al pari di Miranchuk.

Probabili formazioni
TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Buongiorno, Rodriguez; Aina, Lukic, Linetty, Vojvoda; Vlasic, Radonjic; Sanabria. All. Juric

Squalificati: nessuno
Indisponibili: Miranchuk, Ricci, Berisha
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Toljan, Ayhan, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Lopez, Matheus Henrique; Laurienté, Pinamonti, Kyriakopoulos. All. Dionisi
Squalificati: Ruan
Indisponibili: Erlic, Berardi, Traoré, Muldur, Defrel

Arbitro: Baroni di Firenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.