Oukhadda: “Modulo a tre o a quattro, l’importante è dare continuità di risultati”

Ha giocato nel Gubbio prima di approdare al Modena ma quello con il Perugia non lo sente come il suo derby. Shady Oukhadda, titolare nelle ultime due di campionato, preferisce pensare al suo Modena e come affrontare una squadra che nel gruppo gialloblu non viene affatto snobbata. “Sinceramente non sento molto questo “derby”. Mi aspetto un match molto complicato, la loro classifica è bugiarda e dovremo farci trovare pronti per cercare di ottenere i tre punti ad ogni costo. Conquistare la vittoria vorrebbe dire valorizzare il punto di Cittadella, è importante dare continuità di risultati e di prestazioni. Il nuovo modulo? È un sistema di gioco che conosco già, penso che per le mie caratteristiche sia quello che mi si addice di più in quanto mi permette di difendere in maniera ordinata e attaccare quando c’è la possibilità. Negli ultimi anni ho lavorato molto in fase difensiva, ora Tesser mi sta dando consigli e sto migliorando. Noi terzini siamo prima difensori e poi attaccanti. L’allenatore chiede sia a me che ad Azzi prima inizialmente di difendere e successivamente di attaccare, è ovvio ed è giusto fare così. In ogni caso non ho problemi e lo schieramento è per me indifferente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *